La-La News: Kupchak, Summer League, Brandon Ingram

Posted on

Il GM dei Lakers Mitch Kupchak ha dichiarato – durante quest’intervista a ESPN Sportcenter – che un’innesto di valore sotto le plance – pur restando l’obiettivo principale della prossima Free Agency – non sarà l’unico obiettivo ma che andranno alla ricerca di veterani per completare il roster anche tra gli esterni, soprattutto come backup di Ingram.

Avendo oltre 66 milioni di dollari di spazio salariale ed essendo reduci dal peggior biennio della storia lacustre, degli innesti di valore sono necessari perché…

“…not because we don’t like the ones we do, but because we think we can get better.”

…ed ecco perché tutti i Free Agent – Parsons tra gli ultimi – sono avvicinati ai Lakers.

Nel mentre, continua la costruzione del Roster per la Las Vegas Summer League.

Dopo Zach Auguste, i Lakers hanno firmato l’ala Jamil Wilson – classe 1990, 6’7″ – autore di una buona stagione in D-League con i Texas Legends, dove ha disputato 48 match dopo essere stato tagliato dai Dallas Mavericks.

Jamil Wilson
Jamil Wilson #13 (Layne Murdoch/NBA/GettyImages)

Il prodotto di Marquette in poco più di 33 minuti a partita ha messo a referto 15,2 punti e raccolto 5.5 rimbalzi, frutto di una mano morbida – 38% dall’arco – ed un discreto atletismo. Tuttavia difficile che il Front Office – anche in virtù delle parole di Kupchak –  lacustre punti su un altro rookie nel ruolo avendo a roster Ingram e Brown.

Al termine della Summer League D’Angelo Russell, Julis Randle e Brandon Ingram saranno impegnati con lo USA Basketball Select Team di Popovich, che farà da sparring partner al Team Usa in vista di Rio 2016.

Momento di confronto importante per i giovani gialloviola poiché potranno confrontarsi con le superstar che Team USA può vantare, come Kevin Durant, Paul George e Kyrie Irving.

La convocazione inoltre riconosce a Russell e Randle – in compagnia di Devin Booker, Jahlil Okafor e C.J. McCollum – lo status di rising star della lega.

Per finire, secondo i maggiori bookmaker statunitensi, Brandon Ingram è preceduto da Ben Simmons e Buddy Hield – in termini di quotazione – nella corsa al Rookie of the Year.

Ingram – che dovrebbe essere ufficialmente presentato con Zubac nei prossimi giorni – ha dichiarato che uno degli obiettivi della stagione è quello di dimostrare di essere il migliore tra i rookie che ovviamente dipenderà da come e quanto velocemente riuscirà ad abituarsi al gioco più fisico e ad un ruolo diverso rispetto a quello interpretato a Duke.

Brandon Ingram
Brandon Ingram (NBAE/GettyImages)
Giovanni Rossi
odino

Rispondi

2 thoughts on “La-La News: Kupchak, Summer League, Brandon Ingram

  1. Simmons rookie dell’anno? Non mi sembra cosi pronto, io vedo meglio un Hield o un Dunn, oltre naturalmente ad Ingram, visto che giocherà in un gulag.
    Ammazza se lo pompano, Pig Ben…

Top