Italbasket 2016: ecco i 12 scelti da Messina per il Torneo Preolimpico

Posted on

Diramata la lista dei 12 che affronteranno il Torneo Preolimpico di Torino. Duttilità tattica e voglia di riscatto saranno le armi principali della nuova Italbasket di Ettore Messina.

I Giochi Olimpici sono da sempre l’obiettivo primario di qualsiasi atleta.

Possibilità di passare alla storia e fama internazionale (seguita da un cospicuo guadagno tra premi, sponsor ed eventuali record) rappresentano solamente alcuni degli elementi che i “professionisti” dello sport inseguono nella competizione a cinque cerchi.

Torneo Preolimpico di Torino

Se la tua ultima partecipazione risale al 2004 (in cui si sfiorò l’impresa dopo aver battuto gli USA in amichevole), però, la voglia è nettamente maggiore rispetto a chiunque altro.

 

E’ questa la situazione in cui si ritrova la nuova Italbasket di Ettore Messina che si appresta ad affrontare il Torneo Preolimpico di Torino per sperare in un accesso ai giochi di Rio di questa estate.

Proprio questa mattina, dopo le ultime fatiche di preparazione, sono stati diramati i 12 che affronteranno Tunisia, Croazia, Grecia, Iran e Messico nella competizione ufficiale FIBA. Rispetto alle scorse volte, con la nazionale guidata da Simone Pianigiani, si è avuta una piccola “rivoluzione” che tende a favorire più di un nuovo giocatore.

 

Con gli ultimi tagli di Pascolo, Abass, Della Valle e Cinciarini (per la prima volta dopo anni fuori dal giro azzurro), infatti, si è definito il quadro completo della nazionale guidata dal vice di coach Popovich.

Per quanto riguarda il reparto play, considerando i giocatori di ruolo, si ritrovano esclusivamente Hackett e Poeta (ripescato da Messina dopo diverse bocciature da parte del suo predecessore).

Considerando la scarsa attitudine del primo a condurre il gioco (essendo predisposto maggiormente a penetrare e, al massimo, tentare lo scarico da fuori) si può pensare sia ad un maggiore utilizzo di Poeta come mente della squadra (ruolo ricoperto più che dignitosamente a Trento) che delle guardie come “costruttori” del gioco (dal già sperimentato Belinelli alla “scommessa” Gentile di cui si è tanto parlato nei mesi precedenti).

Considerando le guardie, il coach si è totalmente sbizzarrito con le scelte (con la gradita sorpresa di Tonut) da far presumere una totale duttilità del reparto (sia da 1, come detto in precedenza, che da 3) in modo da poter cambiare il gioco il maggior numero di volte possibili e disorientare gli avversari.

Fra le ali, invece, è possibile constatare da un lato una sorta di continuità con le scelte fatte in precedenza da Pianigiani, con lo spot di 4 in cui si alterneranno sistematicamente Datome e Gallinari, mentre dall’altro, grazie alla presenza di due centri puri come Cervi e Cusin, si assiste ad un vero e proprio cambio di paradigma costituito dal possibile “quintetto pesante” con Melli o Bargnani da 4.

L’entusiasmo è alle stelle (dato anche il pezzo da novanta in panchina) e la voglia di mettersi in mostra è tenta.

IN BOCCA AL LUPO!!

GO ITALBASKET!!

I convocati di Messina:
Daniel Hackett, Peppe Poeta, Marco Belinelli, Alessandro Gentile, Pietro Aradori, Gigi Datome, Stefano Tonut, Gigi Datore, Danilo Gallinari, Nicolò Melli, Andrea Bargnani, Marco Cusin, Riccardo Cervi.

Alessandro Falanga
http://pallaspicchi.blogspot.it/

Immagini da http://www.fiba.com/it/oqt/italy/2016

Dal blog pallaspicchi.blogspot.it

Rispondi

7 thoughts on “Italbasket 2016: ecco i 12 scelti da Messina per il Torneo Preolimpico

  1. Piena fiducia nelle scelte di Ettore,lui sa,lui li vede tutti i giorni.Non sarà certo per quella pippa di Cinciarini che non ci qualificheremo alle Olimpiadi.Sono i big a doverci trascinare,Ettore ha portato quelli che ha visto più in forma e avrà sicuramente ragione

  2. Per Cuso penso sia l’ultimo giro in maglia azzurra. Portato più per ignoranza nelle partite che contano (vedi Spagna o Germania all’europeo) che per altro. Al contrario delle altre volte mi preoccupano più gli esterni che i lunghi anche perchè solo Hackett e Poeta potrebbero lasciare vuoti nella casella

    1. Decisamente è la posizione di pg quella più preoccupante, hai ragione.

      Boh, io un cincia l’avrei messo li nei 12, aldilà degli infortuni che ha patito in questa stagione. Come Caniggia provo a fidarmi di Ettore, ma a sto giro ammetto di non averlo proprio capito.

  3. Io onestamente non ho capito alcune scelte di Messina.

    Poeta e non Cinciarini? Un bell’azzardo, a livello internazionale. Alessandro dice bene, finirà per portare la palla uno tra Belinelli e Gentile, quindi prepariamoci ad una serie cospicua di palle perse.

    Con l’Ottimo cervi, che bisogno c’era di chiamare Cusin? Melli, Cervi, Bargnani, Gallinari e Datome, avanzavano, in un’ottica di basket europeo.

    Cusin e Poeta stonano, soprattutto se finisci per tagliare Della Valle, Pascolo o Cinciarini. A me spiace anche per Abass, poteva rappresentare una scelta azzardata ma coraggiosa, e noi di gente cosi dinamica e atletica, oltre che versatile, ne abbiamo poca.

    Solo l’esclusione di Polonara era comprensibile, agli ultimi tagli, a sto giro non concordo quasi su niente. Ettore deludente, onestamente, ha fatto scelte impopolari e solo ottenendo il pass per Rio, non pagherà questo tipo di decisioni.

    Cosa debba fare un Della Valle per essere convocato al posto di Aradori – suo compagno a Reggio, il rendimento di Amedeo è stato sicuramente superiore -, un pascolo per prendere il posto di Cusin…..boh.
    L’unica mossa interessante è Tonut, giovane emergente in rampa di lancio, sta venendo fuori un signor signor prospetto.

Top