Game Recap #04 Los Angeles Lakers @ Indiana Pacers 108-115

Posted on

Reduci dalla sconfitta ad Oklahoma City, i Lakers continuano il road trip approdando ad Indianapolis in casa degli Indiana Pacers. La squadra di Paul George ha cambiato allenatore affidandosi a McMillan, ma in questo inizio di stagione i risultati non sembrano dare ragione alla proprietà. Il record recita 1-2 ma le ultime due sconfitte contro avversari abbordabilissimi come Nets e Pistons fanno rumore.

I Lakers potrebbero quindi avere una remota ma concreta possibilità di vincere la loro prima partita in trasferta. Oltre a Paul George i Lakers dovranno fare attenzione anche a Turner, scelta n 11 del draft 2015 in crescita esponenziale, che si sta dimostrando una vera steal.

Appuntamento a mezzanotte, partita che viene trasmessa su Sky.

Recap

Dopo due sconfitte di fila i gialloviola di Walton si presentano al cospetto dei Pacers per invertire la tendenza. I quintetti sono quelli preventivati, ma il primo quarto lacustre e’ subito segnato dall’uscita per falli di Russell dopo due minuti, seguito a ruota da Randle. Entrano quindi Calderon e Nance, pessimo l’impatto dei due, come la transizione difensiva dei Lakers, solito punto debole. George mette un paio di triple e Indiana scappa subito concludendo i primi dodici minuti avanti 27-18 e dando l’impressione di essere in totale controllo del match.

Nel secondo quarto Lou Williams prova a suonare la carica con un gioco da 4 punti e un paio di canestri dei suoi, ma la difesa sulle penetrazioni e’ inesistente, non oscuriamo mai la vallata, Black e Nance appaiono inadeguati una volta di piu’. Ingram molto impreciso in attacco ma in difesa e’ uno spettacolo, con le sue braccia lunghe ostruisce le linee di passaggio avversarie e ci riporta sul meno quattro, marcando Paul George, la stella avversaria, come gia’ aveva fatto con Harden. Turner abusa continuamente dei nostri lunghi, regalando una stoppata da cinema a Black che misteriosamente vede ancora il campo. Col rientro dei titolari crolliamo a meno sedici tra le nefandezze di un Russell ancora dannoso in attacco con turnovers in serie e la solita difesa da oratorio.

Walton chiama timeout sconsolato e fa una cosa giusta, ovvero punire Russell sbattendolo in panca mandando un chiaro messaggio. Chiunque sbaglia paga. La squadra reagisce e accorcia sul meno undici dopo 24 minuti che esprimono il solito copione. Sprazzi positivi ed errori frustranti.

INDIANAPOLIS, IN - NOVEMBER 1: Louis Williams #23 of the Los Angeles Lakers shoots the ball against the Indiana Pacers on November 1, 2016 at Bankers Life Fieldhouse in Indianapolis, Indiana. NOTE TO USER: User expressly acknowledges and agrees that, by downloading and or using this Photograph, user is consenting to the terms and conditions of the Getty Images License Agreement. Mandatory Copyright Notice: Copyright 2016 NBAE (Photo by Ron Hoskins/NBAE via Getty Images)

Il secondo tempo si apre con l’otto a zero Lakers firmato Young e Russell che ci riporta a meno tre. Purtroppo Mozgov prende un colpo in testa ed e’ costretto ad uscire nel suo personale miglior momento della serata, lo sostituisce uno svagato Nance che regala subito un and one a George e in seguito inanella una serie di disastri tra errori al tiro, difensivi e turnovers assassine, ricordando sinistramente il fu Ryan Kelly. Luke lo panchina e finalmente i Lakers respirano. Mozgov rientra e prende subito un altro colpo da Allen, in lunetta ci va Ron, scelto da McMillan, che viene bersagliato dai tifosi, zittiti dal 2-2 della leggenda lacustre.

Purtroppo deve entrare Black al posto del russo definitivamente out e i Pacers allungano fino al +5 di fine quarto. Timo sarà valutato domani ma si sa quanto la Nba sia severa nei controlli per i colpi al capo. I rischio è di perderlo per un paio di partite.

INDIANAPOLIS, IN - NOVEMBER 1: Timofey Mozgov #20 of the Los Angeles Lakers dunks the ball against the Indiana Pacers on November 1, 2016 at Bankers Life Fieldhouse in Indianapolis, Indiana. NOTE TO USER: User expressly acknowledges and agrees that, by downloading and or using this Photograph, user is consenting to the terms and conditions of the Getty Images License Agreement. Mandatory Copyright Notice: Copyright 2016 NBAE (Photo by Ron Hoskins/NBAE via Getty Images)

I Lakers in qualche modo sono rientrati in partita, ma la difesa delle plance e’ inesistente e ogni entrata avversaria porta canestri o tap in su rimbalzo offensivo. L’ultimo periodo vede i gialloviola difendere meglio, i Pacers vanno in confusione e la partita arriva punto a punto grazie alle triple di un caldissimo Sweet Lou. Randle ci porta finalmente avanti a due minuti dalla fine, poi arriva il momento di Paul George. Tre isolamenti consecutivi, due contro il povero Russell, sei punti in fila e +3 Pacers a un minuto dalla fine. Walton sceglie di tenere fuori Deng e Ingram preferendo Randle e Nance, una mossa che non paghera’. D’Angelo sbaglia la tripla del pareggio mettendo il punto esclamativo alla sua disastrosa partita, Clarkson si infrange contro la difesa di George, chiaro Mvp della serata e la partita scivola via tra mille rimpianti.

Brandon Ingram #14, Los Angeles Lakers at Indiana Pacers
Brandon Ingram #14, Los Angeles Lakers at Indiana Pacers (Photo by Ron Hoskins/NBAE via Getty Images)

I Pacers hanno la stella che sale di rendimento quando il pallone scotta, noi i giovani che con scelte dannose nei momenti clutch delle partite costano la sconfitta. E’ nell’ordine delle cose, il vero dubbio e’ se Randle e Russell possano mai essere i trascinatori della squadra. Per ora assolutamente no.

Angelo Chieppa

Condensed

Boxscore

http://www.espn.com/nba/boxscore?gameId=400899498

Rispondi

104 thoughts on “Game Recap #04 Los Angeles Lakers @ Indiana Pacers 108-115

  1. Incazzatissimo: perdiamo nonostante un super Lou e un Teague che ha giocato per noi. Fallite troppe occasioni per aggancio e sorpasso, PG giustamente nel finale ci punisce cercando l’anello debole della difesa. Partita che fa girare i coglioni quanto quella contro Utah.

  2. Roby, Black ma anche Clarkson. Per la miseria – volevo dire altro, ma mi autocensuro -, se questo non azzecca un tiro e perde palloni sanguinosi in penetrazione, che già difende di merda, che cazzo sta in campo a fare?
    Siamo all’inizio e c’è credito per tutti, ma questi errori di Walton sono molto gravi e se non fosse un Head coach alla quarta partita in carriera soltanto, lo riempirei di insulti. Non raddoppi su George, non cambi marcatura, non ti adegui, non sostituisci gente che ha fatto danni peggio della grandine durante un temporale?

    E che cazzo, va benissimo il taglio di questi Lakers giovani e l’idea di gioco – poi se le triple non entrano, non è colpa sua -, ma questa follia di tenere sempre fuori nel finale Deng, Ingram e Mozgov (era infortunato, ma scommetto non avrebbe giocato ugualmente, come le altre volte) mi sta già rompendo il cazzo.
    Sveglia, Luke, come ho già avuto modo di dire in precedenza, non fare come De Boer, che ha fottuto la sua ottima idea di gioco con la testardaggine nel compiere sempre gli stessi errori e a non cambiare mai, quando serviva.

    Già da stanotte, esigo un cambiamento nella gestione del quarto periodo..

  3. l’errore è stato quello di scommettere sull’errore di pg che non c’è stato…
    Doveva chiamare time out dopoil secondo canestro e mettergli in marcatura deng o ingram. Ripeto però senza l’infortunio a timo era w sicuramente.. Black è stata la nostra lapide

  4. Vero, poi troppe triple del sorpasso uscite, prima del finale…a calderon e Russell, a clarkson e lou. Quasi tutte ben prese. Poi orrenda gestione, ma si era capito che finiva cosi. Tante occasioni sprecate, ora vediamo ad Atlanta, anche se ci seppelliranno se non cambiamo approccio e scelte finali….e vediamo cos’ha Mozgov..

  5. Due tiri finali di merda, sconfitta non meritata per quanto visto nel secondo tempo….ma meritatissima per la testardaggine di Walton, che mai ha operato un cambio nell’ultimo spezzone di gara.
    Randle e soprattutto clarkson ci hanno danneggiati continuamente, ma niente, non si è alzato nessuno.

    Deve molto migliorare Luke, sveglia….non fare come DeBoer, non si ripetono sempre gli stessi errori.

  6. Clarkson, ammazzati….sei il cancro dei Lakers, da mo che lo dico.
    Walton disegna una gran rimessa per D’angelo, ma pessimo nel tenere un danno come Jc tutto il quarto quarto. Ma vaff….

  7. Merda, non delle scelte intelligenti difensive…..PG è un fenomeno e ci punisce, ormai siamo mezzi fottuti. -3 a un minuto, con Clarkson e Nance che non la mettono mai da fuori, di Randle non ne parlo nemmeno.
    O D-lo o Lou. Troppo poco, sveglia Steve!!

  8. Bellissimo, pazzesco finale… ridicolo clarkson, per fortuna ci sono un rinato Nance, un super Lou Williams e un D’Angelo ragionatore. Al solito non si vedono Den g e Ingram nel finale, non una buona scelta.

    +1, daje…

  9. Ancora Lou on fire ci riporta a meno uno ma non riusciamo mai ad agganciarli anche se abbiamo avuto la palla dell’aggancio.Finale in volata non condivido le scelte di Luke di tenere fuori Deng e Mozgov

Top