Game Recap #18 Atlanta Hawks @ Los Angeles Lakers 94-109

Posted on

Dopo 2 sconfitte consecutive contro Golden State i Lakers affrontano allo Staples gli Atlanta Hawks.

Walton dopo aver sperimentato Ingram nello starting five, decide di non stravolgere più la miglior second unit della Lega e schiera nel quintetto titolare oltre al solito Calderon, un sorprendente T-Robinson accompagnato dai soliti Deng-Mozgov e dal rientrante Young. Atlanta risponde con l’abituale starting five: Schroder, Korver, Bazemore, Millsapp e Howard.

Thomas Robinson #15, Atlanta Hawks at Los Angeles Lakers
Thomas Robinson #15, Atlanta Hawks at Los Angeles Lakers (Photo by Andrew D. Bernstein/NBAE via Getty Images)

L’inizio della gara è tutto per Howard che domina sotto i tabelloni Mozgov con schiacciate a ripetizione e complice una difesa pornografica dei Lakers sul perimetro alla fine del primo quarto lo svantaggio in doppia in cifra è inevitabile, 32-21.

Walton mette dentro la sua arma migliore ovvero la second unit, che inizia a macinare punti col solito Lou ma anche con uno strepitoso sui due lati del campo Larry Nance jr. E’ il n 7 gialloviola a guidare la rimonta che riporta i Lakers a contatto e quando Young rientra e segna un gioco da 4 punti e successivamente un’altra tripla senza senso la partita si è completamente ribaltata. Clarkson si iscrive alla festa con una tripla forzatissima pareggiata da Bazemore con un tiro da centrocampo che chiude il tempo limitando i danni ma il risultato recita Lakers 56 Atlanta 48.

Ingram, ancora non rispettato dagli arbitri – sta diventando una spiacevole abitudine – , gioca sotto il par in attacco, ma in difesa e soprattutto a rimbalzo comincia ad essere un fattore.

Il terzo quarto: tutti allo Staples temono il rientro di Calderon e T-Rob, il loro apporto nel primo tempo è stato breve ma disastroso, invece Walton punta ancora su di loro e questa volta porta a casa punti insperati soprattutto dell’ex prodotto di Kansas. Howard rientra e prova a fare il bullo, ma stavolta Timo che ha ben gestito i falli può ribattere colpo su colpo e anche se ancora l’ex gialloviola
tanto odiato segna qualche canestro, il suo impatto sulla gara ha una rilevanza minore.

Tarik Black #28, Atlanta Hawks at Los Angeles Lakers
Tarik Black #28, Atlanta Hawks at Los Angeles Lakers (Photo by Andrew D. Bernstein/NBAE via Getty Images)

La second unit come al solito rientra e sistema le cose, ci prova solo Bazemore impeccabile fino agli ultimi 6 minuti, ma Lou non fa sconti, si mette in modalità closer e finisce tutto, o come avrebbe detto il compianto e celebrato in questa notte losangelina Chick Hearn: “In the refrigerator”. Quando il 23 gialloviola è in queste serate è un’arma letale.

Williams chiude la gara con 21 punti in appena 27 minuti, dimostrando che nel breve periodo è uno dei migliori della Lega, mentre fanno scalpore i plus-minus di Nance +25 e di Black + 27 che sono gli MVP romantici della partita.

Box Score ESPN

Per Howard l’ennesima sconfitta contro il suo passato. E un eccessivo nervosismo dimostrato a fine partita, dopo alcuni sfottò da parte dei suoi “ex” tifosi

Va sottolineata la gara di Young, vero leader a questo punto senza timore di smentita, della squadra gialloviola, un esempio da seguire per i giovani, perché quello che fa in attacco è visibile a tutti, ma quello che impressiona veramente è quello che fa in difesa. Walton a fine gara ha definito il secondo quarto dei Lakers il migliore complessivamente dall’inizio della stagione, e non è un caso che l’unico con impatto di quello spezzone di partita della first unit sia stato proprio il numero 0.

Ora ci aspetta un tour di trasferte terribile dove capiremo chi siamo, una cosa l’abbiamo capita, la Lega non ci rispetta più come una volta, ora è giusto che le cose tornino alla normalità.

Roby

Full Game HL

Game #18 Preview & Live: Atlanta Hawks @ Los Angeles Lakers

Dopo il back-to-back di sconfitte contro Golden State, i Lakers sono chiamati ad un riscatto nella gara domenicale. Gli avversari che incontrerà la squadra di Walton sono gli Hawks già battuti in quel di Atlanta – recap –  e affamati di rivincita.

Game #05 Los Angeles Lakers @ Atlanta Hawks 123-116: Ivica Zubac #40
Game #05 Los Angeles Lakers @ Atlanta Hawks 123-116: Ivica Zubac #40 (Lakers.com/NBAE via Getty Images)

La squadra di Howard, che viaggia a 14 punti e 12 rimbalzi di media, è seconda ad Est con un record che recita 10-6 alla pari di Bulls e Raptors, ma sta attraversando un periodo di grossa difficoltà, culminato con 4 sconfitte nelle ultime 5 partite, l’ultima a Utah segnando solo 68 punti.

Anche i Lakers non sono certo al massimo della forma: all’assenza di D’Angelo Russell si sono aggiunte quelle di Randle e Young. Per il numero 0, protagonista di questo inizio stagione, ci sono piccole ma concrete possibilità di recupero, mentre Randle se pur al 50% potrebbe stringere i denti e giocare.

La squadra di Walton senza questi tre giocatori non riesce più a generare quel gioco che con tanta facilità le permetteva di macinare punti ed è in serie difficoltà anche in difesa. Se dovessero mancare tutti anche con Atlanta una L sarà la logica conseguenza, toccherà a Walton inventarsi qualcosa per non perdere la terza partita consecutiva.

Appuntamento Domenica alle 3.30 e speriamo che non sia una Black Sunday

Roby24mvp

Rispondi

121 thoughts on “Game Recap #18 Atlanta Hawks @ Los Angeles Lakers 94-109

  1. Ah va beh, non ho detto nulla di Swaggy P perchè il suo dominio ed il suo stato attuale di delirio mistico, è sotto gli occhi di tutti. Posseduto, un uomo e un giocatore nuovo.

  2. Dopo la risposta a Roby, qui commento serio: sul -13, chi non ha pensato che sarebbe stata un’agonia? Come dice Ale, strepitoso impatto – ancora una volta – della second unit e partita ribaltata. Siamo corti, ma troviamo sempre risorse insperate: Black non è più una novità, onore a mammuth e la side che l’hanno spesso sostenuto, anche nei momenti meno felici. Io aggiungerei T-Rob, alla prima partenza in quintetto è stato un fattore, non male per un tredicesimo uomo di rotazione.
    Infine Mozgov, a tratti gladiatorio contro Howard (presi in serie falli in attacco e in difesa, dopo una partenza dormiente, ha tenuto alla grande il confronto).
    Scaprson irritante anche nelle vittorie, molto meglio di lui Lou Williams, tanto per cambiare. Ingram come sempre ben aldilà delle statistiche, appena diventa affidabile al tiro, auguri.

    In sintesi, vittoria pesantissima, di quelle che a fine anno fanno la differenza.

  3. solo sul carro Tarik continuo a prendermi soddisfazioni in serie. Stanotte è stato superbo in marcatura su howard, ha difeso sugli alley-oop avversari, preso rimbalzi offensivi e il solito and one che sta diventando consuetudine.
    grande Tarik

  4. Los Angeles Lakers 2016-2017….where 2nd unt happens. Mamma mia che prestazione dei ragazzi dalla panca. Ingram benissimo dietro, Nance superbo. Sweet Lou ancora sugli scudi. Molto bene.

    1. Roby, come mai il dentino avvelenato, tanto da sparare un mare di cazzate enorme? XD XD
      Forse perchè col suo addio ha inculato gli ultimi anni di carriera di Kobe? Beh, la prossima volta il Mamba – nella prossima vita, intendo – ci penserà su e valuterà meglio come comportarsi con compagni, allenatori e il proprio club.

      Howard non è un perdente, o lo è come potrebbe esserlo qualunque giocatore che non abbia mai giocato in una contender… non ha vinto titoli perchè non ha mai disposto di compagni o una squadra all’altezza, eppure una finale l’ha fatta. Su, Roby, contieniti nei tuoi istinti da fanboy ultrà.

      Quanto allo Swep, c’è poco da fare, loro hanno Schroeder e poco altro in point guard, il ruolo che – chiedere a Steph, Irving, Chris Paul, eccetera – determina di più nella NBA moderna.
      Hawks molto sopravvalutati, ma molto molto.. noi commoventi, stagione favolosa al momento.

  5. Peccato per la tripla pesante di Bazemore,eravamo a +11..nel secondo quarto hanno segnato solo 16 punti.Ora i minuti iniziali con Calderon e Robinson saranno decisivi,non bisogna beccare il parziale

  6. Vergognoso arbitraggio su Ingram.Stoppata piena su Howard tramutata in terzo fallo nel suo miglior momento.Sua anche la tripla del sorpasso.Ancora fantastica la panca con un buon Black

  7. Arena ora va.Non vanno pero’ i Lakers gia’ affondati a meno dodici.Non abbiamo fluidita’ in attacco,pesa tantissimo l’assenza di Randle piu’ che quella di Russell.Howard la mette pure dalla media…ci sta umiliando

  8. Non c’e’ partita manco stasera.Non possiamo concedere Russell e Randle manco ai Sixers,figuriamoci a questi.Howard dominante ha segnato piu lui da solo che tutti i Lakers.Grazie Roby merito tuo

  9. Il maiale la sente e sta giocando come uno in missione.. pezzo di stronzo… detto questo questi a utah ne hanno fatti 68 in 48 minuti ne faranno le metà a noi solo in 12

  10. Fuori Randle, gioca nick.. dubbi sul quintetto iniziale si giocano il posto Ingram o Nance jr, nel caso fosse Ingram, Deng partirebbe da pf nel caso di Larry da sf

  11. Randle anche al 50% può servire.Certo dall’altra parte gli Hawks non faranno male come a Utah,prevedo una sconfitta,per batterli dovremmo essere al top fisicamente e non lo siamo

  12. Nick credo di si, Randle speriamo… senza uno dei due, segniamo tranquillamente L.
    Come on, diamoci dentro!
    Certo, dopo aver visto Booker (a Phoenix, mica GsW), pensare che noi abbiamo Clarkson, mi si ammosciano i coglioni.
    Go Lakers

Top