Game Recap #21 Los Angeles Lakers @ Toronto Raptors 80-113

Posted on

Continua il road trip dei Los Angeles Lakers, continuano i problemi dovuti agli infortuni.

A causa delle assenze di D’Angelo Russell e Nick Young, lo starting five è lo stesso della vittoriosa sfida di Chiacago: l’ex Calderon, Ingram, Deng, Randle e Mozgov. I Toronto Raptors, oltre al lungo degente Sullinger, rinunciano a DeMarre Carroll e schierano Lowry, Powell, DeRozan, Siakam e Valanciunas.

Nei primi possessi gli ospiti cercano spesso Timofey Mozgov, ma il russo dimostra subito di non essere in giornata sbagliando tutte le conclusioni oltre a commettere un’infrazione di passi. Anche uno dei sogni proibiti della scorsa free agency lacustre, DeRozan, inizia col piglio storto fallendo i primi jumper tentati, la scelta di francobollarlo con Deng pare pagare dividendi.

Julius Randle #30, Los Angeles Lakers at Toronto Raptors
Julius Randle #30, Los Angeles Lakers at Toronto Raptors (Frank Gunn/The Canadian Press via AP)

Tocca dunque a Valanciunas e Ingram muovere per primi il tabellino. I canadesi iniziano ad inquadrare il bersaglio dalla lunga distanza, andando a segno con Lowry e Powell mentre Jose Calderon conferma di non amare i primi quarti, oltre che la difesa. L’and-one di Kyle – trasformato a cavallo del timeout richiesto da Walton – sigla il primo consistente vantaggio del match, 4-13. Anche Randle fatica ad entrare nel match, fallendo diverse conclusioni e omettendo di seguire un backdoor cut di Powell.

L’ingresso della second unit è ossigeno per i californiani, con Clarkson e Williams – altro ex di giornata – che rispondono dall’arco a Lowry, 10-18. Nance Jr. servito da Lou ed il solito agonista Tarik Black – and-one dopo aver concesso dei liberi a Valanciunas – tengono a contatto gli uomini di Walton, 17-22.

DeRozan sigla i suoi primi punti dalla lunetta poco prima di sbloccarsi dal campo – 1/5 al momento – ed è solo questa…

…tripla di Ingram a tenere a contatto i suoi, 22-28.

Tarik Black #28, Los Angeles Lakers at Toronto Raptors
Tarik Black #28, Los Angeles Lakers at Toronto Raptors (Frank Gunn/The Canadian Press via AP)

I gialloviola iniziano bene il secondo periodo, trovando la via del canestro con Brandon e Jordan Clakrson dall’arco, tuttavia alcune banali palle perse innestano la transizione dei padroni di casa e costringono Coach Luke Walton all’ennesimo timeout, 28-40.

Black continua a catturare rimbalzi in attacco – 10 a 2 di squadra, al momento – ed i canestri di JC e Sweet Lou Williams contengono il tentativo di fuga ispirato da Joseph e dal concreto Lucas Nogueira, 39-51.

Il tentativo diventa realtà grazie a Kyle Lowry, che si conferma on fire dall’arco – 16/26 nelle quattro gare precedenti – siglando la terza e la quarta tripla, su cinque tentativi, di giornata che regalano il +16 ai padroni di casa, 45-61.

Che il quarto dei ragazzi di Coach Dwane Casey sia magico – 13 su 15 dal campo – lo si capisce dal jumper di Pascal Siakam che insieme ai jumper di DeRozan affonda i Lakers, anche perché Randle – oltre che con Jonas Valanciunas – ha deciso di litigare con il match.

Il jumper incontestato di Cory Joseph allo scadere fissa il punteggio: 48-69. I Lakers hanno concesso tutto, tirando col 35% dal campo, i Raptors hanno incassato con gli interessi, siglando 18 canestri – loro massimo dal 2009 – su 24 tentativi, per 41 punti nella frazione.

Brandon Ingram #14, Los Angeles Lakers at Toronto Raptors
Brandon Ingram #14, Los Angeles Lakers at Toronto Raptors (Photo by Ron Turenne/NBAE via Getty Images)

Il terzo periodo inizia con i veterani lacustri che provano – finalmente – a dire la loro, in termini di produzione e di aggressività: ma Lowry segna ancora dall’arco, 54-74.

I Lakers per ogni buona giocata – bel fadeaway di Igram – ne sbagliano due: la persa di Calderon – dopo aver costretto i Raptors alla violazione dei 24″ – innesta l’ennesimo fast break, 58-78. La disastrosa prestazione di Julius Randle – infrazione di passi, palla persa, fallo di frustrazione – uccide le flebili speranze di rimonta anche perché la second unit non riesce a dare la solita scossa.

I Raptors – tornati da Marte nell’intervallo – controllano e DeMar DeRozan allo scadere sigla il 62-84.

Julius Randle #30, Los Angeles Lakers at Toronto Raptors
Julius Randle #30, Los Angeles Lakers at Toronto Raptors (Photo by Ron Turenne/NBAE via Getty Images)

L’inizio del quarto periodo è l’essenza del match: tripla di Clarkson, bella transizione di Ingram ma la non difesa sul pick and roll concede 5 facili punti a Nogueira, intervallati dalla tripla di Patterson, 67-92.

Dopo il canestro di Lou, 67-94, il match è ufficialmente finito e l’ingresso di Marcelo Huertas sancisce l’inizio del garbage time a 7:41 dalla fine. E c’è da dire che il buon Jerry ci sguazza, nel garbage. Prima ruba una palla e segna in transizione, poi…

…serve Larry Nance Jr. che accontenta il nipote di Nogueira, regalandogli un poster. I minuti passano veloci, Thomas Robinson prova a prendersi la scena catturando qualche rimbalzo in attacco e procurandosi degli and-one che non converte preferendo scalpellare il ferro.

Il garbage si trasforma in qualcosa di peggio, se possibile, negli ultimi minuti in cui si ergono a protagonisti creature leggendarie, per i non canadesi, come VanVleet, Poeltl e Bruno Correa Fernandes Caboclo – da non confondere con la spalla di Zagor – che chiudono il match con Siakam, finale: 80-113.

Match chiuso di fatto nel primo tempo da uno scatenato Lowry, 24+4+7 e 6/9 dall’arco, a cui è bastato un DeRozan “normale”, 16 con 12 errori al tiro. Bene anche Powell, 16+7, Joseph e Nogueira, 14 e 13 uscendo dalla panca.

I Lakers non sono riusciti a contenere gli esterni dei Raptors, oltre a commettere le solite distrazioni difensive. La giornata non brillante in attacco di Sweet Lou e Clarkson, unita all’assenza di due bocche da fuoco come Russell e Young, ha di fatto reso inoffensivo l’attacco.

I gialloviola hanno tirato col 34,4% dal campo e col 23,1% dall’arco, segnando solo 32 punti nel secondo tempo.

Box Score ESPN

Tutto nero? Non completamente.

Brandon Ingram #14, Los Angeles Lakers at Toronto Raptors
Brandon Ingram #14, Los Angeles Lakers at Toronto Raptors (Frank Gunn/The Canadian Press via AP)

Brandon Ingram ha provato a caricarsi sulle spalle l’attacco ed ha realizzato il suo career-high segnando 17 punti con 8/16 dal campo in 35 minuti. Il rookie è riuscito ad attaccare meglio il ferro ed ha provato a sfruttare i cm quando era marcato da Powell o Lowry, complessivamente è stato il Laker che ha tenuto meglio il campo.

Per il back-to-back di Memphis, Walton dovrà inventarsi qualcosa per rianimare l’attacco lacustre, che nelle ultime tre sfide ha faticato a produrre come fatto fin’ora, e sperare che la botta rimediata nel finale da Nance Jr. non lo privi di un’altra pedina fondamentale.

Giovanni Rossi
aka odino

Full Game HL

Game #21 Preview & Live: Los Angeles Lakers (10-10) @ Toronto Raptors (12-6)

Nella notte italiana, ore 1:30 ?, tra Venerdì 2 e Sabato 3 Dicembre, i Los Angeles Lakers affronteranno all’Air Canada Centre i Toronto Raptors.

Il Natale si avvicina…

…e come da tradizione il calendario NBA si infittisce. Per entrambe si tratta del primo match di un back-to-back: domani californiani a Memphis, mentre i canadesi ospitano gli Hawks.

I Raptors di Coach Dwane Casey – dopo una lieve flessione a metà Novembre – hanno ripreso la loro marcia verso la conferma del ruolo di anti (…) Cavs nella Eastern Conference infilando 4W consecutive ad oltre 115 di media, infliggendo alle avversarie oltre 15 punti di scarto.

I protagonisti dell’ottimo avvio di stagione sono i soliti noti: Kyle Lowry e DeMar DeRozan dalle cui mani passano – oltre che le fortune della franchigia – la maggior parte dei possessi e delle responsabilità, quanto meno in attacco, del sistema imbastito da Casey. DeRozan in particolare ha iniziato la stagione scollinando ripetutamente i 30 punti e pare abbia trovato una maggiore continuità ed efficacia nella selezione offensiva.

I Lakers sono sicuramente tra le sorprese in positivo di questo avvio di stagione e dopo la bella W di Chicago – qui il recap – sono ancora in zona playoff. Tuttavia gli infortuni rischiano di compromettere quanto di buono fatto finora: D’Angelo Russell è ancora out per il misterioso problema al ginocchio sinistro, mentre Nick Young – dopo aver tenuto tutti col fiato sospeso – ne avrà almeno per 4 settimane.

Finora Coach Luke Walton ha tenuto botta cercando di preservare le rotazioni ed in particolare l’efficacia delle second unit inserendo nello starting five prima Jose Calderon, poi Thomas Robinson ed ora Brandon Ingram. Non è da escludere il rientro in quintetto di Jordan Clarkson nell’ottica di avere un accoppiamento più equilibrato con il backcourt dei Raptors, soprattutto in virtù di quanto – male – ha fatto Deng nelle ultime uscite.

Chi sembra aver recuperato a pieno dal problema all’anca è Julius Randle, il cui contributo – al netto di qualche solita avventurosa iniziativa – è stato decisivo nella sfida coi Bulls e dovrà necessariamente ripetersi per poter vincere la sfida sotto le plance contro Jonas Valanciunas e compagni.

Julius Randle #30, Los Angeles Lakers at Toronto Raptors
Julius Randle #30, Los Angeles Lakers at Toronto Raptors (Ron Turenne/Getty Images)

Entrambe le squadre amano correre e non hanno difficoltà a produrre, prediligendo la fase offensiva a quella difensiva. Appare però evidente che le sorti del match saranno decise proprio dalla capacità dell’una di fermare l’attacco dell’altra. Per i Raptors il compito appare più semplice, in virtù degli infortuni che hanno ridotto il potenziale offensivo dei Lakers.

Pronostico chiuso? Secondo il figlio di Bill…

“Our guys have proven that when their backs are against the wall they can step up for a challenge.”

i gialloviola sono pronti alla sfida.

Los Angeles Lakers

10W – 10L | #9 in the Western Conference | #3 in the Pacific Division
Stats: 106.6, #8 | RPG 44.6, #12 | APG 21.9, #17 | OPPG 109.6, #27
Leaders: Louis Williams, 16.6 PPG | Julius Randle, 8.9 RPG | D’Angelo Russell, 4.8 APG – Julius Randle, 3.7 APG

Toronto Raptors

12W – 6L | #2 in the Eastern Conference | #1 in the Atlantic Division
Stats: PPG 109.7, #5 | RPG 42.3, #24 | APG 19.6, #26 | OPPG 104.3, #15
Leaders: DeMar DeRozan, 28.9 PPG | Jonas Valanciunas, 9.8 RPG | Kyle Lowry, 7.3 APG

Seguitela, rigorosamente live, con noi su back9hours, Facebook e Twitter.

Giovanni Rossi
aka odino

Rispondi

69 thoughts on “Game Recap #21 Los Angeles Lakers @ Toronto Raptors 80-113

  1. Larry Nance, Jr. banged knees at the end of the game and suffered a right knee contusion. He’s questionable for tomorrow night.
    2 risposte 8 Retweet 11 Mi piace

Top