La-La News: Jeanie Buss meets Magic Johnson

Posted on

Magic. Ovvero quando una parola basta a scatenare le fantasie dei tifosi ed a far passare in secondo piano l’ennesima sconfitta dei Los Angeles Lakers – qua il recap della sfida coi Denver Nuggets – in questa travagliata stagione.

La notizia pubblicata da Ramona Shelburne della ESPN ha subito fatto il giro del mondo: Jeanie Buss e Magic Johnson hanno cenato insieme martedì allo Staples Center prima dell’ultimo match gialloviola. Molto si è fantasticato sulla natura dell’incontro, poiché oltre ad avvicinarsi il momento in cui Jeanie dovrà valutare l’operato del fratello- nonché co-owner – Jim, poco dopo Natale Phil Jackson ha annunciato la fine della loro relazione e, probabilmente, delle ipotesi di un suo rientro ad El Segundo al termine dell’esperienza nella Big Apple.

Jim Buss nell’ormai famosa intervista

“I was laying myself on the line by saying, if this doesn’t work in three to four years, if we’re not back on the top – and the definition of top means contending for the Western Conference, contending for a championship – then I will step down because that means I have failed,”

…dichiarò che avrebbe rassegnato le dimissioni nel caso in cui la ricostruzione imbastita con il GM Mitch Kupchak avesse fallito. I risultati, dopo il promettente inizio di stagione, sono pessimi e di conseguenza sono tornate le speculazioni su chi – Phil Jackson, Jerry West ed ora Magic – possa sostituire Jimbo & Mitch. Sul perché dell’incontro e il percorso che Jeanie sta seguendo per individuare la migliore soluzione è stato lo stesso Magic, dopo aver assistito al match seduto di fianco alla figlia del Dott. Jerry Buss, a dare una parziale spiegazione nell’intervista rilasciata al Southern California News Group.

Magic Johnson and Jeanie Buss
Magic Johnson and Jeanie Buss (Magic Twitter Account)

L’eroe dello Showtime – che fino alla scorsa Estate rivestiva la carica simbolica di Vice Presidente, poi lasciata per poter esprimersi liberamente sui temi lacustri – ha detto che si è incontrato spesso con Jeanie negli ultimi tre anni per discutere sullo stato di salute dei Lakers, senza sbottonarsi più di tanto sui dettagli dell’incontro. Non ha lesinato parole sulla stagione in corso, invitando i fan – giustamente stanchi di perdere – ad avere pazienza vista l’età media del roster a disposizione di Coach Luke Walton

“Luke has designed a really good offense to fit the talent that we have. Everybody can really flourish in his offense. He’s put a lot of trust in the young guys. For the young players, you can also see that they trust him.”

…di cui Magic ha apprezzato l’impianto offensivo, la gestione del gruppo e la capacità di dare fiducia ai giocatori. E proprio sui giovani finiti nell’occhio del ciclone per le ultime deludenti, a dir poco, prestazioni sono arrivati importanti elogi ed auspici…

“D’Angelo is so talented. I just hope he steps into a bigger leadership role. We need a leader and he has to step into that role as a point guard. What makes every team great is they have that one guy leading the team.”

Julius… “His upside is high, but he’s got to get the right hand. If he gets the right hand. He can be unbelievable in this league. He would be unstoppable.”

…Magic si augura che D’Angelo Russell possa divenire il leader della franchigia, dato che il talento non manca, mentre Julius Randle potrebbe essere inarrestabile, soprattutto se addestrasse la mano destra. Ovviamente non sono mancati gli elogi Magic Style per Lou Williams, Jordan Clarkson, Brandon Ingram, Larry Nance Jr. – “please come back soon” – ed Ivica Zubac. Ma le parole migliori…

“It’s the best I’ve ever seen him play,” Johnson said of the nine-year NBA veteran. “He’s played both ends of the court and has played smart. He’s played for the team.”

…non potevano che essere spese per Nick Young.

Un rientro di Magic non pare – per fortuna, essendo giunta l’ora di guardare avanti nonostante le gioie ed i successi del passato – dunque imminente, mentre che Jeanie cerchi di non muovere da sola la Regina in quella che se mal giocata potrebbe determinare lo scacco matto ai prossimi anni dei Los Angeles Lakers, è sicuramente una buona notizia.

Rispondi

10 thoughts on “La-La News: Jeanie Buss meets Magic Johnson

  1. Io lo dico da anni che quei due sono due incompetenti prestati al basket, la mossa di Jeanie è comunque troppo pubblica per essere il preannuncio di qualcosa: se lo ha fatto è stato solo per dare pubblicamente l’idea che lei già sta pensando al post-trota, e ovviamente la prima cosa da fare era andare pubblicamente da Magic Johnson, ex VP dei Lakers, ma soprattutto ottimo businessmen, perchè facendo fuori il trota a jeanie si aprono anche problemi societari non da poco, visto che nell’organigramma Lakers rimarrebbero lei e l’altro figlio di secondo letto, che è quello attualmente a capo dello staff degli scout, che ha dovuto rifondare insieme all’altro figlio di illustre, ovvero al figlio di West, dopo che Jimbo aveva distrutto il reparto scout consegnadoci i vari darius Morris.
    Vedremo.

    1. Vero, non si parla quasi mai del terzo Buss ma ha un ruolo operativo anche lui. Di West Jr. se ne parla bene, molto ipotizzano possa essere lui a sostituire Mitch (coperto da West Sr., ovviamente). Vedremo.

    1. Questo è il minimo che ci si possa augurare. Non ci si improvvisa Gm dall’oggi al domani, e con tutto il bene che voglio a Magic, in 20 anni di inattività l’unica mossa manageriale che ha compiuto è stata il suggerire a Mitch e Byron di scegliere DLo al posto di Okafor. Mossa azzardata, forse corretta o forse no – oggi è impossibile dirlo, per le difficoltà di D’Angelo e per un Jahlill separato in casa da un anno a Phila -, ma obiettivamente l’unica sua notizia. Non mi sembra un gran curriculum, è più logico pensare che sia lui a prendere in mano le redini e a metterci la faccia – a livello di carisma vogliamo mettere con Jimbecca e quell’osso da morto di Kupcazz? -, ma soprattutto a designare il prossimo Gm.
      Personalmente, avevo fiducia in Phil e ne ho in Magic. Dopo 17 anni di un incompetente simile, si può solo migliorare e finchè le cose vanno bene sul parquet, provi a non pensare a che razza di front office sei in mano, ma dopo 5 anni di disastri inenarrabili è diventato impossibile non cambiare.

  2. L’unica Certezza -con la C maiuscola- è che finchè quei 2 Cerebrolesi comporranno il nostro FO la Vittoria sarà soltanto un’irraggiungibile Chimera.

  3. Jeanie sta pensando di fare la scelta più facile in assoluto, che in america sarebbe anche la più popolare probabilmente, ma dubito possa servire alla rinascita della franchigia

  4. Elogi per tutti, elogi per nessuno… sono parole di circostanza spese per non fare polemiche. Quando twittava e consigliava le mosse di mercato gli è stato detto di lasciar perdere, ora sarà lui molto probabilmente a dover rifondare da zero il management della nostra amata franchigia. Se Jeanie caccierà il fratello e si affiderà al “figlioccio” di suo padre avrà il sostegno di tutta l’opinione pubblica, ovviamente fino che il progetto non fallirà di nuovo. Resta da capire se verrà preso Magic se sarà lui a decidere o se invece sarà solo colui che designerà un gm pagato per farlo. Stiamo a vedere

Top