La-La News: Magic Johnson to Advise Team Ownership

Posted on

Update 3 Feb, 12:00 ?

Il rientro ufficiale di Magic Johnson come consulente dei Los Angeles Lakers è sicuramente la notizia del momento. L’ex #32 dello Showtime ha discusso del suo ritorno con Mike Bresnahan, Chris Geeter McGee e James Worthyqua il video completo – su Spectrum SportsNet,

Magic Johnson meets with Lakers Owners Joey Buss, Jesse Buss and Jeanie Buss
Magic Johnson meets with Lakers Owners Joey Buss, Jesse Buss and Jeanie Buss (J Alexander Diaz/Lakers.com)

Scontate le frasi di circostanza e le – in pieno stile Magic – buone parole per tutti, dalla franchigia…

“One thing about this organization is we always come back. And we will come back again. … I’m here to say that we’re ready to take that step.”

“I said no (to other teams) because I’ve always been a Laker. When (Buss) asked me to come aboard in this role, I thought it was the perfect role for me.”

…ai Buss, poiché Magic sarà consulente non solo di Jeanie Buss ma anche di Joey Buss e Jesse Buss. E Jim?

Jimbo in passato è stato apertamente criticato da Magic e…

“Jim is calling the shots, and I want him to understand I’m just here to lend advice.”

…la sensazione e che la sua assenza ed i soli contatti telefonici avuti tra i due, il futuro di Jim Buss sia – aldilà delle frasi di circostanza – lontano dalle Basketball Operations.

Update 22:30 ?

Al termine del match tra Los Angeles Lakers e Washington Wizards, sarà lo stesso Magic ad illustrare il suo ruolo all’interno della franchigia, su Spectrum SportsNet.

Prime reazioni:

Update 21:00 ?

A neppure otto mesi dall’annuncio dei Los Angeles Lakers della richiesta – accolta – di Earvin Magic Johnson di rimuoverlo dalla carica simbolica di Vice Presidente, l’icona dello Showtime è stato nominato da Jeanie Buss come consulente per tutte le aree relative al basketball e al business.

Magic Johnson
Magic Johnson (NBA E/Kent Smith)

Per ora non sono emersi ulteriori dettagli in merito al clamoroso ritorno di Magic, a sole due settimane dalla cena avuta allo Staples Center con Jeanie.

Di seguito il comunicato dei Los Angeles Lakers:

The Los Angeles Lakers today announced that Earvin “Magic” Johnson will return to the Lakers to assist Jeanie Buss in all areas of basketball and business as an advisor.

“We are thrilled and honored to add Magic’s expertise and abilities, and I look forward to working alongside him.” said Lakers Governor Jeanie Buss.

“Magic Johnson is one of the NBA’s greatest players and it is terrific to see him returning to the Lakers,” said NBA Commissioner Adam Silver. “He is a truly special person and a natural leader with a relentless passion for basketball and profound knowledge of the game.”

“Everyone knows my love for the Lakers,” said Johnson. “Over the years, I have considered other management opportunities, however my devotion to the game and Los Angeles make the Lakers my first and only choice. I will do everything in my power to help return the Lakers to their rightful place among the elite teams of the NBA.”

Johnson’s duties will include, but not be limited to, advising ownership on all business and basketball matters, collaborating with coaches, evaluating and mentoring players, assessing future franchise needs, and helping ownership to determine the best path for growth and success. Johnson will spend time at Lakers offices in El Segundo and will report directly to Jeanie Buss.

As per Lakers policy, terms of agreement will not be disclosed

Rispondi

22 thoughts on “La-La News: Magic Johnson to Advise Team Ownership

  1. Non è detto che succeda chissà quale rivoluzione, eccetto lo step down di Jim. Alla fine si è invertita la rotta nel coaching staff e sembra esserci meno confusione. Tutto dipende da cosa si vorrà fare durante la Free Agency è se veramente si vorrà dare la caccia a qualche big fish.

  2. Non scherziamo.

    Jeanie+Magic+un nuovo GM è immensamente superiore ai due Cerebrolesi.

    Anche perché per far peggio di loro bisognerebbe retrocedere…..ed in NBA non è possibile.

  3. Chiaramente jim ora non conta più un cazzo, il capo è magic. L’ultima parola sportiva spetta sempre a magic, quindi jim non serve più anche se restasse sarebbe il Lapo della situazione. Mitch invece credo che si giochi il posto in questi mesi, non sono certo che se ne vada almeno nel breve periodo. Ora vedremo cosa vorrà fare magic a febbraio, se mitch ha sempre detto che non avremmo fatto nulla ora no comandando più potrebbe dover muoversi sotto ordine del ex 32. Situazione molto interessante anche dal punti di vista tecnico, le parole di plauso per i giovani sono state molte, ma credo che Magic sappia già chi serve e chi non serve. Prima tappa seria il 23 febbraio da li capiremo la strategia

  4. Ne avevamo già parlato due settimane fa e fortunatamente ci torniamo prima del previsto: grazie, Jeanie! Magic in società significa che il passo d’addio di Jim e Mitch è praticamente alle porte, potrebbe essere annunciato addirittura a metà aprile, quindi in anticipo anche sulla più rosea previsione.
    Non sono d’accordo con George, Magic+Jeanie significa l’icona del basket a Los Angeles e del basket a tinte gialloviola, più la figlia meno demente del Dottor Buss, l’unica che possa reggere le luci della ribalta a livello di immagine e di stile. O lei o Jim, quindi mi prendo lei tutta la vita, come ho già avuto modo di spiegare, i proprietari sono e rimarranno i Buss. Inutile fare i laziali e chiedere a lotito di cedere, quando è chiarissimo che non lo farà mai.
    Brava Jeanie ad affidarsi a una leggenda assoluta – molto più carismatico e competente di Jabbar, lui faccia pure l’icona per le battaglie culturali e lasci fare a Magic il business-man. Non mi aspetto infatti che Magic decida in solitaria le sorti della squadra, ma che chiami un Gm di provata competenza, meglio ancora se di grido (è la volta che torna Riley? Mah, troppo bello per essere vero….vediamo) e si dedichi a fungere da calamita presso i free agent, da paravento coi media, ecc…..ecc…..
    i Lakers di Magic Johnson, ora possiamo tornare a dirlo. E’ la frase più naturale del mondo, una coppia rimasta scissa per troppo tempo.
    E sbaglierà, certo che sbaglierà e niente gli verrà perdonato. Ma almeno ha una fedina sportivo-penale linda, senza macchia, a differenza di quel cesso che da 17 anni impesta la scrivania che fu di Jerry West e del figlio degenere di Jerry.
    Aria fresca, non ci credo….non vedo l’ora di conoscere le competenze attuali e che finisca la stagione, con l’ufficializzazione della rimozione dei due molluschi.

  5. Sicuramente meglio Jeanie + Magic che la sola Buss a decidere. Come businessman Magic ha fatto cose notevoli – per la sua tasca – in tanti settori, dal punto di vista strettamente legate al basket è tutto da vedere, i precedenti non sono positivi. Speriamo capiscano che il primo passo importante da fare sia quello di assumere un GM vero, moderno e capace.

  6. Domanda da ignorante, perché non Kobe?O potrebbero chiamare pure lui? Non so che rapporti abbia con Magic, ma penso che sia un po’ invidioso di Kobe o sbaglio?

    1. Non penso,Magic smuinendosi e con grande umiltà ha sempre definito Kobe il miglior Laker di tutti i tempi.Ovviamente Magic rispetto a Kobe ha più esperienza,Kobe ha finito da poco la carriera di giocatore,arriverà anche il suo momento vedrai

    2. Nic: francamente, ho adorato Kobe come giocatore, almeno fino alla rottura del tendine…ma le scelte che si è arrogato il diritto di compiere, negli interessi del club – pur non avendone titolo -, sono stati tragiche, disastrose e deleterie.
      L’aver spinto per trattenere due anni in più un Gasol imbarazzante e costosissimo, anzichè amnestizzarlo o cederlo.
      L’aver accolto malissimo Howard e averlo spinto lontano da Los Angeles, lui ed i free agent che avrebbe potuto portare, anzichè spaventarli per il trattamento inflitto a Dwight per un anno intero.
      L’aver speso una parola a favore di D’antoni anzichè per Phil, nel dopo Mike Brown, con i disastri che ne sono seguiti.
      Eccetera, eccetera, eccetera.

      Jordan è dio a Chicago, ma non ha mai svolto ruoli direttivi a Chicago e probabilmente mai lo farà. Mi auguro che anche in questo Kobe segua l’esempio di Mj, più sta lontano dal nostro front office e meglio sarà per noi.
      Grazie a Kobe ora e per sempre, ma per dirigere i Lakers ci vuole qualcuno che unisca e non divida (come ha sempre fatto Kobe, fin dai primi anni nella NBA, a livello di spogliatoio, non dimentichiamolo).

      1. Dai su Jay, non puoi esporre le sue scelte mentre ancora giocava spacciandole come scelte che avrebbe compiuto se fosse stato il GM.

        Secondo me trasformò i Lakers nel suo parco giochi per il suo finale di carriera, questo si. Ma nessuno può sapere con certezza che GM potrebbe essere.

  7. Mah.C’è da fare una riflessione seria.Sicuramente è in atto un cambiamento profondo nella società perchè pochi mesi fa,parlo di giugno 2016,Magic fu sollevato dai Lakers con una nota ufficiale in cui si diceva che non rivestiva nessun ruolo nella squadra.Ora dopo otto mesi viene reintegrato e promosso come consulente di Jeanie con poteri sull’area tecnica ed economica.Questo significa che qualcuno salta a fine anno per fargli spazio.Qualcuno che prima non lo apprezzava.
    Bentornato Magic,ma le sue interviste e i suoi pareri sui Lakers e sui vari giocatori mi hanno sempre lasciato interdetto.Quindi non sono affatto positivo.Ovviamente mi auguro di sbagliare,ma rischiamo di passare,secondo il mio parere,dal disastroso duo Jim-Mitch ad uno altrettanto incompetente formato da Jeanie e Magic

      1. Secondo me ama e supporterà i giovani.Però chiaramente sa benissimo cosa manca.Durante l’estate scorsa fu in pratica mandato via perchè su Twitter scrisse che dovevamo puntare forte su Durant e che dovevamo chiamare l’agente di Lebron..quindi mi pare chiaro quali siano le sue idee in merito

  8. Non so cosa dire. Aspetto le opinioni della redazione per capire bene cosa ci può dare. Penso sia una cosa buona affiancare Mitch no? O lo mandano via lo stesso a fine anno?

Top