Los Angeles Lakers Name Magic Johnson President of Basketball Operations and hire agent Rob Pelinka as GM

Posted on

Update 07:00 ?

Dopo qualche ora iniziano ad emergere maggiori dettagli sulle motivazioni che hanno accellerato il terremoto nel Front Office dei Los Angeles Lakers. Secondo quanto riportato da Sam Amik di USA TODAY Sports la goccia che avrebbe fatto traboccare il vaso è il mancato arrivo di DeMarcus Cousins in gialloviola – che si aggiunge alla ultime fallimentari Free Agency targate Jim and Mitch – che, sempre secondo Amik, ha consolidato in Jeanie Buss la convizione che Mitch Kupchak e Jim Buss non avrebbero mai potuto portare una superstar a Los Angeles.

Il nuovo General Manager, secondo quanto riportato da Adrian Wojnarowski, sarà Rob Pelinka, agente di Kobe Bryant, James Harden, Eric Gordon e Avery Bradley.

Pelinka dovrebbe essere annunciato a giorni e si occuperà delle trade, dello scouting e del prossimo draft, del quale conosce bene i prospetti proprio in virtù dell’attività svolta fino ad oggi. Per il polacco, i Lakers erano sulle tracce di Bob Myers GM dei Golden State Warriors, sotto contratto fino al 2018 ed a sua volta ex agente.

Secondo Shahan Ahmed di ESPN

“Thank god we got a great scouting team with Ryan West leading it.”

…Magic ha grande stima per Ryan West, il figlio di Mr. Logo, che continuerà nello svolgimento delle proprie mansioni anche perché viene considerato l’artefice delle scelte di Jordan Clarkson e Larry Nance Jr.

Jeanie Buss and Magic Johnson
Jeanie Buss and Magic Johnson (Lakers.com)

Update 00:30 ?

Per Adrian Wojnarowski, Rob Pelinka è il nuovo GM dei Lakers.

Update 23:30 ?

A poche ore dalla nomina di Magic Johnson a President of Basketball Operations dei Los Angeles Lakers ad opera della co-owner Jeanie Buss, con il conseguente licenziamento del General Manager Mitch Kupchak e del sollevamento dall’incarico da Vice President of Basketball Operations di Jim Buss, i due sono hanno discusso del futuro della franchigia in una lunga intervista – qua il video completo – su Spectrum SportsNet.

Jeanie Buss and Magic Johnson
Jeanie Buss and Magic Johnson (Spectrum SportsNet)

Il record della gestione Jim & Mitch è eloquente, per cui…

“…it was time for a change.”

…Jeanie ha deciso che era giunta l’ora di cambiare. Ma non guardando al passato…

“We’re not trying to turn back the clock. The Lakers have figured out how to win in every era.”

“…This is about the future and finding the right team for the style that Luke Walton wants to play.”

…al passato ed agli irripetibili fasti dello Showtime, piuttosto guardando al futuro e puntando sui giovani, coach Luke Walton in primis.

Magic è alla ricerca di un GM che conosca al meglio le regole del cap e che abbia relazioni con i giocatori, le altre franchigie e gli agenti in giro per la Lega. Inoltre si è accodato alla Buss…

“I think that was the right pick. The guy is a gym rat. He knows basketball. He’s the right coach to develop our young players. We’re heading in the right direction with his leadership, and I wanted to work with him as well.”

…nell’elargire attestati di stima a Walton, ritenuto la scelta giusta soprattutto per lo sviluppo dei giovani.

Infine…

“I don’t want to fool the fans. We’re gonna build this the right way. It’s not a quick fix — I’m not a quick fix. I’m can’t turn it around tomorrow or I really would be Magic.”

…ha ribadito che la rinascita dei Lakers richiederà tempo, altrimenti sarebbe magico per davvero.

Update 20:30 ?

Rob Pelinka – l’agente, tra gli altri, di Kobe Bryant – emerge come primo candidato al ruolo di General Manager in sostituzione di Mitch Kupchak.

Update 19:30 ?

Los Angeles Lakers Name Magic Johnson President of Basketball Operations

Come un fulmine a ciel sereno, rivoluzione in casa Los Angeles Lakers: Earvin Magic Johnson è stato nominato President of Basketball Operations, come annunciato dalla co-owner Jeanie Buss.

Magic Johnson
Magic Johnson (Lakers.com)

Di seguito il comunicato ufficiale:

Los Angeles Lakers Governor Jeanie Buss announced today that the team has named Earvin “Magic” Johnson as President of Basketball Operations. In addition, General Manager Mitch Kupchak has been relieved of his duties, effective immediately. Furthermore, Jim Buss will no longer hold his role as Lakers Executive Vice President of Basketball Operations.

“Today I took a series of actions I believe will return the Lakers to the heights Dr. Jerry Buss demanded and our fans rightly expect,” Jeanie Buss said. “Effective immediately, Earvin Johnson will be in charge of all basketball operations and will report directly to me. Our search for a new General Manager to work with Earvin and Coach Luke Walton is well underway and we hope to announce a new General Manager in short order. Together, Earvin, Luke and our new General Manager will establish the foundation for the next generation of Los Angeles Lakers greatness.”

“It’s a dream come true to return to the Lakers as President of Basketball Operations working closely with Jeanie Buss and the Buss family,” said Earvin “Magic” Johnson. “Since 1979, I’ve been a part of the Laker Nation and I’m passionate about this organization. I will do everything I can to build a winning culture on and off the court. We have a great coach in Luke Walton and good young players. We will work tirelessly to return our Los Angeles Lakers to NBA champions.”

Jeanie Buss added, “I took these actions today to achieve one goal: Everyone associated with the Lakers will now be pulling in the same direction, the direction established by Earvin and myself. We are determined to get back to competing to win NBA championships again.”

Regarding Mitch Kupchak, Jeanie Buss stated, “We are grateful for the many contributions Mitch has made to the Lakers over the years and we wish him all the best.”

With regard to fellow owner and brother, Jim Buss, Ms. Buss said, “Jim loves the Lakers. Although he will no longer be responsible for basketball personnel decisions, he is an owner of this team and we share the same goal: returning the Lakers to the level of greatness our father demanded. Our fans deserve no less.”

In addition to the changes made within the basketball department, the Lakers also announced they have parted ways with John Black who had been the Lakers Vice President of Public Relations. Chief Operating Officer Tim Harris will immediately begin a search for a replacement. Jeanie Buss added, “We thank John for his many years of service.”

Seguiranno aggiornamenti.

Rispondi

40 thoughts on “Los Angeles Lakers Name Magic Johnson President of Basketball Operations and hire agent Rob Pelinka as GM

  1. Alla fine, Jim & Mitch hanno pagato il giusto conto, dopo un quadriennio da elogio dell’incompetenza e dell’inettitudine. Magic simil West, Pelinka come Myers e Walton allievo di Kerr. Dopo anni di costole Spurs sparse in giro per la Lega, arriva il mignolo Warriors… ? Speriamo ci si possa prendere il braccio ? con tutto il dito ?.

    1. Per me esistono alcuni punti fermi nel basket da cui non si può prescindere e la prima cosa che imputo a Walton è la rotazione dei giocatori (però non ho visto per voltastomaco almeno le ultime 10 partite). Perdo come fa lui perché con questi non si vince, ma non perdo perché ho Randle pivot, Ingram da 4, te li portano sotto canestro e hanno il terzo-quarto tiro finché segnano oppure raccattano il rimbalzo dopo che la palla ha toccato terra. Con me giocano 2 grossi sempre. Per i ruoli dico mai e poi mai un minuto con Randle pivot e Ingram o Deng da 4. Quindi 48 minuti se li dividono Mozgov e Black, 48 Randle, Robinson e Nance, 48 Ingram e Deng, 48 Lou e Young, 48 Clarkson, Russel, Calderon e Huertas. Bene o male che giochino. Gli esperimenti con Ingram play e da 4 li può fare solo un incompetente idiota quale è. I ruoli sono quelli e non si toccano. La sua amata small-ball non esiste, è una cazzata che sembrerebbe inventata da Kerr, ma che faceva 25 anni fa in Italia l’Italcable Perugia con il “corri e tira” di Jim Mc Gregor in A2 con pivot Barraco che era 1.98 e con Tomassi play tamugno e veloce ad aprire il campo che allora, quando tutte le partite finivano tra i 70 e 80 punti loro ne mettevano e incassavano 110 senza mai arrivare da nessuna parte. Se Kerr, a cui spetta il merito di aver creato un suo clone ancora più coglione di lui, non vince il titolo con Curry, Thompson e Durant si deve sparare, perché il titolo lo può solo perdere lui perché fa giocare due nullità come Green e Pachullia fuori ruolo e la sua amata small-ball. Se vince e da spettacolo lo fa perché ha i giocatori più forti, non certo per il modulo, se perde è per la sua amata small ball e la banda bassotti sotto canestro. Il materiale che Walton ha a disposizione per un campionato NBA è una vergogna. Quindi in attacco giocare bene con questi qui sono cazzi, sia tirando dopo 10 secondi come vuole lui invece dei 20 secondi che vorrei io. Comunque sicuramente più circolazione di palla con ognuno più o meno nelle proprie posizioni, imporrei immediatamente a Russel di tanto in tanto di portare un pivot sul lato e cacciare gli altri tre dall’altro e di attaccare forzatamente l’area costringendo Mozgov a provare di imitare un pivot decente spalle a canestro (se non lo sanno fare lui e Black possono anche imparare, con quello che prendono possono farlo) e soprattutto limitare le palle perse di Russel facendo in modo che qualcuno -o Ingram o Young restino più alti- e che quindi non si vedano quegli orrendi contropiedi 1 contro 0. Lui dovrebbe guardare videocassette di San Antonio e dei Clippers giorno e notte perché è così che si gioca a pallacanestro. Deve solo dargli quell’impronta lì, non quella di Kerr, perdono ugualmente perché sono scarsi- e questo è indiscutibile- ma almeno provano a giocare a pallacanestro. In difesa non hai un uomo che tenga, dico tenga, un uno contro uno. Quindi perso per perso imporrei una pressione asfissiante sui portatori di palla già dalla loro metà campo, perché i nostri baldi giovani il fiato l’avranno o no spero. Oppure come sostengo io da tempo che i magnifici 4 non hanno voglia di farsi il culo perché appartengono alla razza eletta destinati a diventare una star a priori? E inoltre il raddoppio sistematico sul potenziale pericolo numero 1 0 2 etichettando qualcuno e lasciandolo libero e insegnargli un minimo di tagliafuori che da noi lo fanno i bambini già a 6 anni. Mi ci vorrebbe un libro per dirti come la penso, ma sono costretto a fermarmi qui.

        1. Grazie a te, scusa i toni troppo accesi ma purtroppo sui Lakers ho il dente avvelenato. Detesto la small ball e trovarmi un allenatore ai Lakers che ci crede mi fa veramente inc….Non contesterei mai solo Magic, perché è lui che mi ha fatto innamorare dello sport più bello del mondo, lo imitavo da ragazzino e le sue sfide contro Bird me le ricorderò finché virò. Non per fare retorica, ma quelle erano vere finali, l’ultima serie di playoff bella che mi ricordo in tempi recenti è Clippers – San Antonio 4-3 di un paio di anni addietro.

          1. Luca, ci mancherebbe. Si capisce nei tuoi post l’accaloramento del tifoso di cuore e comunque dici chiaramente come la pensi. Quindi fa piacere comunque leggere le tue opinioni anche se non se sempre si è d’accordo.

    2. Scusa dimenticavo: con Lee e Bogut al posto di Green e Pachullia (sommando gli ingaggi più o meno siamo lì) e giocando tradizionalmente il campionato possono sospenderlo e le finali non farle. Almeno così non ci annoiamo e Lebron impazza senza freni…

  2. Non condivido la stima di Magic per Walton, ma venendo da lui spero abbia ragione. Fino ad adesso nei Lalers Walton ci ha capito poco o nulla , con patetici tentativi di small ball mal riusciti e quintetti improponibili. dietro il paravento di una fase di esperimenti. Solo 50 partite, poverino, e non ci ha ancora capito una mazza (due campionati italiani, praticamente). Conditi da una squadra che, al di la dei risultatii, che posono essere anche pessimi e possono non interessarmi, offrono un basket indegno di essere chiamato tale. Vedo 1-2 partite al giorno, ma non guardo più i Lakers ormai da venti partite perché sono indecenti. Ringrazi i tempi degl USA, perché da noi l’avrebbero cacciato via dopo due settimane anche dalle giovanili della Stella dove gioca mio figlio.

  3. Era ora si riparte! Non si sa cosa ci sarà ma peggio di prima è impossibile. Erano anni che aspettavo questo momento. Adesso entrerà di sicuro qualcuno costretto a lavorare, finalmente. E chissà che anche noi potremo finalmente avere un giocatore vero.

  4. Scommetiamo che se firma pelinka in secondo dopo si parlerà di rumor su drummond ai lakers? ch sarà mai l’agente di drummond fammi un po’ andare a controllare…

  5. prendiamo il mino raiola dell’nba come gm… uno che ha fatto fare i soldi a kobe e non solo… uno che ha in mano mezza nba… a fare il gm poi si impara, tanto si può solo migliorare. Diventeremo la mafia dell’nba con pelinca, tutto passerà da noi e poi dagli altri.. non vedo l’ora. Lucky pelinka

Top