La-La News: Corey Brewer, Tyler Ennis

Posted on

Passata la trade deadline – avete ascoltato la puntata dedicata del podcast #b9h? – le franchigie hanno reso noti i dettagli delle trade concluse.

Il Los Angeles Lakers hanno ufficializzato di aver acquistato Corey Brewer – già sceso in campo nella notte contro i Thunder, qua il recap – ed una prima scelta del Draft 2017 in cambio di Lou Williams.

“This trade allows us to continue on the path of building something special, while maintaining future flexibility within the organization, Additionally, Corey is a proven veteran that will make a positive impact on our team right away.”

Il commento del neo President of Basketball Operations Earvin Magic Johnson.

Contratti simili per durata e remunerazione per Williams e Brewer, fondamentali ed impatto molto diversi. Quest’anno Corey è stato utilizzato poco da D’Antoni, per cui le sue cifre sono le peggiori da quando è stato scelto con la pick #7 nel Draft 2007, tuttavia la sua carriera lo descrive come un solido difensore, discreto attaccante ed abituato a vincere: due titoli NCAA con Florida, un anello NBA a Dallas nel 2011.

Corey Brewer
Corey Brewer (Lakers.com)

L’asse California Texas ha prodotto un altro movimento di mercato a mezz’ora della deadline, ovvero l’acquisto di Tyler Ennis ed i diritti su Brad Newley in cambio del vacanziero da una vita, Jerry Marcelo Huertas.

Il canadese Ennis, diciottesima scelta del Draft 2015, non è ancora riuscito ad esprimere il potenziale di cui venina accreditato ai tempi di Syracuse – i Lakers sono la terza squadra in quattro anni dopo Phoenix, Milwaukee ed Houston – e verosimilmente si occuperà, come il suo predecessore di Towels & Gargage a partire dal matinée contro gli Spurs.

L’australiano Newley, pick #54 del Draft 2017, al momento milita in Grecia con l’AEK Atene ed ha girovagato mezza Europa senza mai annusare l’aria NBA.

Tyler Ennis
Tyler Ennis (Lakers.com)

Tuttavia, grazie a questo scambio dalle tinte Erasmus, Brad e Tyler si sono assicurati un posto nella storia lacustre, poiché hanno contribuito all’allontanamento del più scarso atleta, a pari merito con Sugar Bobby Sacre, ad aver indossato la jersey purple and gold negli ultimi vent’anni.

Bevenuti Corey e Tyler, grazie ed in bocca al lupo Lou – che ha esordito con sette pesantissime triple – e Jerry, liberatosi appena in tempo per volare Martedì a Rio.

Giovanni Rossi
aka odino

Rispondi

5 thoughts on “La-La News: Corey Brewer, Tyler Ennis

  1. Brewer è assolutamente inutile, l’avevo visto anche nella Denver di Karl che praticava un basket a lui più congeniale ma faceva abbastanza pena, Ennis se non ha trovato spazio in squadre non eccelse qualche motivo ci sarà ma proprio non so chi sia e penso parecchi non lo conoscano. Brewer lo taglierei subito, non sa attaccare la difesa schierata e per i Lakers il contropiede è un optional.

    1. Alla fine giocherà pochi minuti tra SG ed SF, non è un mangiapalloni ed in carriera ha sempre difeso. Pedina di contorno ai giovani che ci può stare.

Top