Podcast b9h S02 E21

Rispondi

9 thoughts on “Podcast b9h S02 E21

  1. Credo che ormai sia appurato che D’Angelo non sia leader neppure delle sue mutande.
    Per il resto, non sono d’accordo perchè Phoenix dimostra che se i giovani hanno mentalità e talento, possono compiere disastri immani in ottica tanking.
    I nostri certamente hanno talento in abbondanza, anche superiore ai SUns, ma quanto a mentalità, stendiamo un velo pietoso.
    O qualcuno – Walton? Magic? Lo Spirito Santo? – entra in quelle teste bacate e spiega loro che cosi non vanno da nessuna parte, oppure dovremo prendere strade diverse. Russell può anche mandare a puttane la sua carriera, è una sua scelta, ma i Lakers questo sputtanamento non possono permetterselo.
    E ribadisco, non parlo delle ultime partite – Roby, nessuno parla di Denver, sei tu che prendi a male o a cuore partite che non hanno più niente da dire – ma di quelle in cui ci giocavamo qualcosa, almeno fino a Natale e forse oltre. Li si è vista la pochezza di tanti nostri giovani, esclusi forse Ingram e Nance, più Clarkson per motivi differenti.
    Zubac l’unico cui non si può rimproverare nulla, idem per Black o il povero T-Rob, disperso nelle lande di El Segundo.
    In quel periodo a tradire furono Russell e Randle, anche nel periodo novembrino delle vittorie, furono i meno brillanti. Questo non va dimenticato, perchè era in quelle partite, quelle vere, che dovevamo capire chi valeva veramente e chi no.
    Oggi, più che notare la voglia di sbattersi di uno Zubac, encomiabile, non riesco a trarre giudizi in partite che dopo un quarto e mezzo danno il via al Garbage time.

    1. Russel ha avuto un sacco di problemi al ginocchio e non riusciva a tornare in condizione però. Perché all’inizio andava davvero bene. Inoltre secondo me noi stiamo tankando da prima del 2 dicembre!
      Io non difendo Russel o Randle o Ingram ecc. fanno tutti schifo!non hanno difese, se non per l’ambiente ecc.
      Ha 20anni Russel, che leader vuoi che sia dai?
      Vorrei vederlo a fianco di gente giusta se sarebbe migliorato un pochino.
      Stagione inguardabile, come la scorsa, come quella prima ecc ecc
      Tutti insufficienti e ingiudicabili!Gli unici con cui bisogna prendersela di più sono quelli che hanno 30anni!
      Io dico solo che vorrei vederli ancora almeno una stagione senza tanking da noi prima di cacciarli. Poi se non succederà perché la dirigenza preferira puntare su giocatori pronti, lo accetterò e tiferò i nuovi sperando che sia la scelta giusta, perché se poi vanno da un’altra parte in un contesto diverso e iniziano a far paura, mi girerebbero proprio le palle dato che i contratti roookie sono troppo vantaggiosi e ti permettono di tenere i giocatori per 9 anni senza problemi!

  2. Per me è inaccettabile giocare sotto tono perchè devi perdere, a perdere si fa sempre in tempo. Gioca un primo tempo vero intanto, fammi vedere qualcosa sul quale posso contare nel futuro non le cavolate a ripetizione. E poi è comodo dire tanto dobbiamo perdere chi se ne frega.. Walton ti ha fatto vedere come si tanka panchinando tutti i veterani, non credo che giocando serimente contro Denver la vincevi la partita, ma almeno uscivi con una dignità diversa. Zubac che è l’ultimo arrivato e il più piccolo ha detto che c’è da vergognarsi… Zubac… non Russell che dovrebbe essere il leader… dovrebbe….

    1. Vero Roby, ma se giocassimo seriamente non saremmo a 20 vittorie, ma almeno a 25! E sai bene cosa vorrebbe dire per noi!Se non avessimo avuto la scelta protetta sarebbe stato diverso! I Suns non hanno bisogno di tankare come noi, anche se arrivano 5ultimi cosa gli cambia? Hanno comunque la loro scelta a differenza nostra!Le scelte protette sono il male della NBA!

      1. Su questo sono completamente d’accordo. I Suns non hanno la nostra ferocia nel tankare, spero anche io che questa sia l’ultima scelta alta (di lotteria) protetta della storia dei Lakers. Ci è costata 4 anni di schifo la bravata di andarci a prendere Nash 38enne…

  3. Discorsi tutti giusti, tranne il controsenso nel dire che Ingram se l’anno prossimo dovessimo di nuovo tankare, non vedremmo miglioramenti, mentre con Randle e Russel che hanno vissuto praticamente 2 anni di tanking estremo vi lamentante che non hanno migliorato in nulla.
    Secondo me il vero problema di tutti i nostri giovani e’ l’ambiente in cui si trovano.
    Prendete d’esempio anche solo la tripla di Russel contro i Suns, la maggior parte dei nostri tifosi l’ha insultato per averci fatto vincere. Poi giochiamo con phila e tutti contenti della sconfitta, tranne che poi criticare i giovani che hanno giocato scazzati e svogliati.
    Con questo non voglio dire che i nostri giovani diventeranno tutti all star, ma in una situazione del genere per gente di 19/22 anni e’ davvero dura giocare ed emergere in qualche maniera. Io prima di bocciarli ci penserei su non una, ma mille volte perché vorrei vedere almeno una stagione e dico una, in cui la squadra gioca realmente per qualcosa. E’ una situazione frustrante che può avere fine solo se quest’anno chiudessimo il cerchio con la scelta!
    Non intaserei il CAP quest’estate con nessun fa e proverei a vedere dove possono arrivare questi ragazzi. Poi nel 2018 a questo gruppo aggiungo Paul George che potrebbe giocare da guardia, da Ala piccola o da Ala Grande. Dopodiché nell’estate 2018 se fossimo anche riusciti nel frattempo a liberarci di uno tra Deng e Mozgov senza rimetterci troppo, allora deciderei anche di provare a vedere su che giovani continuare a puntare oppure no e buttarci magari su un altro campione da affiancargli, o tramite trade o fa.
    Io chiedo solo pazienza e una stagione seria per valutarli realmente. Sono Troppo giovani e già li abbiamo quasi bruciati del tutto nel nostro ambiente schifoso da 4 anni pieni di tanking estremo per sta cavolo di scelta protetta!
    D’accordissimo sul discorso di Butler che è uno che non sposta e sul fatto che dobbiamo essere realistici nel dire che da noi non viene nessuno e già poter avere Paul George nel 2018 e’ già da leccarsi i baffi.
    Sul discorso Clarckson e Larry, dico sono che sono già maturi perché hanno già 25 anni il primo e 24 il secondo, però non vedo tutto sto talento in loro 2. Clarckson al massimo potrà essere un sesto uomo, mentre Larry, solo un ottimo giocatore di rotazione.
    Poi vi ascolto sempre con piacere perché siete davvero preparati e anche molto realistici.

    1. Nicolas, infatti potrebbe verificarsi lo scenario che ti auspichi. La differenza tra Ingram, Russell e Randle, me ne darai atto, è che uno dei tre è interessato alla difesa e al giocare di sistema e di squadra, gli altri due no.
      Per questo sostengo e sosteniamo che in un contesto di tanking Russell e Randle dovrebbero sguazzare, essendo interessati solamente ad una metà campo e alle proprie statistiche (Julius in particolare).
      Vederli così poco produttivi anche in questo momento, dà molto da pensare.
      E nel mese in cui teoricamente lottavamo per i playoff, Russell e Randle erano i bersagli principali della critica, contrariamente ad Ingram.

      Se si vuole vincere, credimi, bisogna difendere. E la doppia R al momento è sotto all’abc difensiva, per un professionista. Immaginarli in una squadra vincente del futuro riesce molto difficile. Nel caso di Randle, svogliato e anche poco intelligente cestisticamente, direi proprio impossibile.

      Grazie per i complimenti per la trasmissione, ci divertiamo e vorremmo ottenere lo stesso effetto in chi ascolta ;)

      1. Altro che divertirmi Jay. Se non ci foste voi a parlare un po’ di lakers sa tifosi, chi cavolo dovrei sentire? Sky? Mi trovo benissimo in questo forum!

Top