Podcast b9h | 2017 Playoff E06

Rispondi

7 thoughts on “Podcast b9h | 2017 Playoff E06

  1. Si sì, ti ho letto, per questo so che te ne intendi e anche che sei all’antica. Ahah. Appunto per questo chiedo anche a te. La trade per Butler sarebbe da fare al volo, ma purtroppo io ho sentito che per Butler vogliono il mondo, non si muoverà se non inseriamo Ingram più Russel(o pick 2) e Randle, quindi aspettiamo un altro anno che poi scade nel 2019 e quindi in fa 2018 magari sarà più facile da prendere.
    La penso esattamente come te sull’esperimento Ball e Russel, perché tanto anche l’anno prossimo la difesa sarà scarsa comunque, con qualsiasi giovane inserissimo(anche Josh Jackson che dicono che potrebbe essere il nuovo Butler o leonard, o Fox che dicono che potrebbe essere il nuovo wall). Inoltre dare via Russel per uno che non ha mai fatto una partita NBA e’ troppo azzardato. Vedo che quest’anno li hanno messi tutti sotto e si stanno allenando tutti i giorni, anche se non obbligati, magari fanno anche solo un paio d’ore a tirare ecc, più palestra, ma è già un bel segnale.
    Ball sembra il giocatore più promettente e l’unico vero playmaker vecchia maniera da almeno 10 anni che arriva al draft con tiro da 3 e fisico importante 198cm. Provarli per un anno cosa cambia? Poi decideremo con calma durante la stagione.
    Peccato per Randle, perché ha un fisico pazzesco. Non riesco a capire se potrebbe migliorare in difesa come dice Walton oppure no.

  2. Dico Cleveland 4-1 contro Golden State, mal che vada 4-2 (anche se penso sia più probabile un 4-0 che un 4-2. Quest’anno per me Cleveland è molto più forte dell’anno precedente, mentre Golden State ha si trovato Durant ma acccantonato Thompson (ancora con due palloni non si gioca) mentre sotto è un pianto greco come l’anno scorso. I limiti dello scorso anno di Clevelan erano il cambio dei bassi, adesso si alzano Deron Williams e Korver. Per me Golden State non ha scampo, basta vedere come ha giocato finché c’è stato Leonard in campo in gara 1, l’opinione pubblica ha sbagliato a valutare Cleveland in regular season, sanno che se ad est arrivano anche ottavi la finale ci arrivano ad est la vincono comunque in scioltezza.

      1. Ciao Nicolas, ti dico come la penso. Per me regular season e playoffs sono un’altra cosa, difatti Lebron, malgrado le difficoltà aumentino, segna 7 punti in più a partita. Golden State gioca sempre con il piede sull’acceleratore tutto l’anno, Cleveland no. E’ ai playoffs che si valutano le squadre, tolto Cleveland che a est è talmente superiore che sa già di essere in finale tutti gli anni finché Lebron non si ritira. Quindi i veri Cleveland, per me, li vediamo solo nelle finali e fino lì su di loro, oppure quando, hanno voglia di giocare e difatti a Boston gli danno 50 punti. Poi c’è il modulo. Per me le partite si vincono anche attaccando meglio il ferro e non solo a suon di bombe come Houston e Golden State. La sera che ti entra tutto non ce n’è per nessuno, ma se Golden State pensa di piazzare un nugolo di bombe per più di due partite si sbaglia di grosso. Per me non c’è storia, anche se non si dovrebbero giudicare le squadre in una sola partita (ma è l’unica in cui Golden State ha incontrato San Antonio quasi al completo) e se non esce Leonard vengono umiliati. Per il resto hanno battuto 4 volte i resti di San Antonio, 4 volte Utah (che è comunque inferiore) senza Hill che lì era il motore, addirittura ha incontrando Portland, che seppur scarsa era senza il pivot slavo. Non dimentichiamo poi l’infortunio di Griffin, direi che in questi playoff non sono stati baciati dalla dea fortuna, ma di più. Chiaro che il mio pronostico si riferisce a squadre al completo.

        1. Si sì sono totalmente d’accordo con te su discorso regular season.
          La finale sarà bellissima spero, anche perché sono due super squadre che non hanno rivali. Io non so perché vedo Gsw la squadra più forte in assoluto, secondo me anche con gli spurs al completo avevano fatto schifo perché erano fuori concentrazione.
          Io penso che l’unica cosa che mi potrebbe far propendere sui Cavs e’ il Re. Con lui in campo possono battere chiunque. Luca, tu che te ne intendi parecchio, per i lakers, dato che l’anno prossimo stiamo ancora con tutti i giovani aspettando George a zero nel 2018 e da lì poi eventuali trade ecc. Cosa ne pensi della coesistenza di Ball e Russel? E tra i due su chi punteresti? Impossibile a prescindere o possono anche imparare a difendere nel tempo? Inoltre Randle lo vedi più come titolare o potrebbe diventare un ottimo sesto uomo per i lakers del futuro? Stile Odom?

          1. Dai parliamo di Lakers che mi piace di più! Ti ringrazio se mi reputi competente in materia, però io sono all’antica, si gioca con i lunghi, non si basa il gioco sulle bombe indipendemente dai risultati ecc, vedo un botto di partite di tutte le squadre NBA perché il basket è l’unico sport che mi piace, anzi l’adoro. Proprio ieri sera, mio figlio, che segue un forum sull’NBA in italiano a suo dire abbastanza serio (ma non so chi siano perché non l’ho mai visto) mi ha riferito di un contatto che potrebbe anche avverarsi per una trade con Chicago. La richiesta sembrerebbe Butler in cambio di Russel, Deng e la 28 scelta (non so di quando). Ecco vedi, io questo cambio lo farei perché, acquisti uno dei migliori difensori della lega che può praticamente difendere su 4 ruoli. Chiaramente non un tiratore eccelso, ma un difensore, incursore e agonista di prima qualità. E poi ci sbarazzeremmo di Deng e del suo pesantissimo ingaggio. Perdi una seconda scelta dopo due anni, che però in termini di costanza e cattiveria agonistica, mah, non lo vedo proprio ne adesso ne mai sbucciarsi gomiti e ginocchia in difesa. Chiaramente con Butler e Ingram assieme hai poca pericolosità dalla lunga distanza, quindi saresti nelle mani di Ball che per adesso una certezza ancora non è. Tenere un anno Ball e Russel assieme significa spostare il secondo da guardia perché il primo è un play, è un esperimento che si può fare, in difesa comunque restiamo sempre dei mega-colabrodi. Randle secondo me gioca male a pallacanestro, fisicamente c’è, però non so, è un giocatore difficilmente inquadrabile in qualunque situazione, in difesa ha dei grossi limiti, io punterei a tutta birra su Griffin che per me, a posto è ancora il 4 più forte della lega e se lo convinci puoi prenderlo senza trade.

        2. la penso come te Luca, aggiungerei che mentalmente i Cavs sono un piano sopra rispetto ai Warriors, mostrano un dominio totale in campo e una comprensione dell’andamento della partita da squadra scafata (nonostante l’assenza di un allenatore degno). L’aggiunta di kd in ottica finals per me non fa alcuna differenza in quanto ti ritrovi a basare il tuo attacco su uno dei giocatori che più sparisce dal campo quando incontra lebron

Top