Trade Bradley – Morris, Teodosic ai Clippers, Miami on fire, Gay agli Spurs, Swaggy-P ai Warriors, eterni Dirk & Vince

Posted on

I Boston Celtics hanno ceduto Avery Bradley ai Detroit Pistons in cambio di Marcus Morris. Dopo l’arrivo di Gordon Hayward, i verdi avevano la necessità di fare spazio nel monte salari e la trade è giunta poco dopo la rescissione della qualifying offer di Olynyk. Analogamente i Pistons, per far spazio a Bradley, hanno rescisso la QO di Kentavious Caldwell-Pope, che diventa uno dei pochi unrestricted free agent di livello disponibili sul mercato.

Avery Bradley and Marcus Morris
Avery Bradley and Marcus Morris (Paul Sancya, AP)

Kelly Olynyk non ha avuto problemi a trovare una nuova franchigia ed ha accettato l’offerta quadriennale da 50 milioni di dollari ricevuta dai Miami Heat. L’accordo col canadese arriva poco dopo l’annuncio del taglio di Chris Bosh ed i rinnovi di Dion Waiters, quadriennale da 42 milioni di dollari, e James Johnson, quadriennale da 60 milioni.

Dopo i rinnovi di Stephen Curry, Iguodala, Livingston e West – grazie allo sconto sul rinnovo di Kevin Durant – altro innesto per i Campioni NBA che firmano, dopo Omri Casspi, l’ex lacustre Nick Young: Swaggy-P ha accettato l’offerta annuale da 5.2 milioni di dollari dei Golden State Warriors.

Spazio di manovra ridotto per i Cleveland Cavaliers, che dopo la firma di Jose Calderon ed il rinnovo di Kyle Korver confermano Richard Jefferson, mentre dopo sette Finals in sette anni, pare destinato alla conclusione il sodalizio tra LeBron James ed il suo amuleto James Jones.

Non si ferma la corsa di due icone della NBA: Dirk Nowitzki rinnova per due anni a 10 milioni di dollari con i Dallas Mavericks (team option nel secondo anno), mentre Vince Carter accetta l’offerta annuale da 8 milioni di dollari dei Sacramento Kings. Altro veterano di valore per il GM Vlade Divac, dopo gli innesti di George Hill e Zach Randolph.

Lascia invece Sacramento Rudy Gay, che accetta il biennale da 17 milioni di dollari offerto dai San Antonio Spurs.

Dopo gli innesti di Paul George e Patrick Patterson gli Oklahoma City Thunder rinnovano con Andre Roberson: per il fresco All-Defensive Second Team, triennale da 30 milioni di dollari.

Per tamponare la perdita del miglior play Made in USA dell’ultimo decennio, i L.A. Clippers si aggiudicano le prestazioni del migliore Made in Europe, Milos Teodosic. L’ex CSKA Mosca ha accettato un biennale da poco più di dodici milioni di dollari.

Dopo averlo scelto e bocciato, i New York Knicks ricoprono di dollari Tim Hardaway Jr., che accetta un quadriennale da 71 milioni di dollari. Infine, gli Indiana Pacers, dopo aver perso Paul George e Jeff Teague, rinunciano anche a Monta Ellis, con il quale dovrebbero presto trovare un accordo per un buyout.

Rispondi

Top