2017 Las Vegas Summer League: Los Angeles Lakers vs Sacramento Kings 95-92

Posted on

Prima vittoria della Summer League 2017 per i Lakers, 95-92 in volata sui Sacramento Kings.

A tenere banco tuttavia non è stata la partita in sè, ma la polemica dell’immediata vigilia accesa da De’Aaron Fox, che non ha preso bene l’assenza di Lonzo Ball a causa di sopraggiunti guai fisici e ha tenuto a far conoscere la propria opinione a tutti, tramite i social media. Salvo poi cancellare il post, quando ormai era troppo tardi e centinaia di persone avevano condiviso ed immortalato il tweet.

L’unica riflessione che ci sentiamo di fare, che mi sento di fare, è che l’unico facepalm andrebbe dedicato proprio a Fox, che con questo tipo di comportamento ha denunciato limiti di personalità e maturità abbastanza preoccupanti. Qualunque fosse la motivazione che ha spinto i Lakers e Ball a decidere di non  (farlo) scendere sul parquet, fisica o come ritengono i sempre molto ben informati dietrologi, di opportunità – ricordiamo ai meno avvezzi al college basket il precedente tra i due, nell’ultimo torneo Ncaa, con la Ucla di Ball sconfitta dalla Kentucky di Fox e l’ex pupillo di Calipari dominatore del match e del diretto avversario, con tanto di quarantello sfiorato -, l’aver reagito in modo cosi plateale evidenzia un nervo scoperto da parte della Pg dei Kings. L’essere stato scelto alle spalle di Ball, l’essere oggetto di un decimo delle attenzioni riservate al figlio di Lavar, non deve essere andato giù al ragazzino, scivolato sulla buccia di banana dei social come un liceale con gli ormoni sopra al livello di guardia. Eh si, perchè probabilmente di questo si tratta: Fox è ancora un bambino, dal basso dei suoi 19 anni, mentre Lonzo, abituato da tanto alla pressione e all’attenzione mediatica, sembra il padre, quanto a padronanza dei comportamenti, maturità e tranquillità, anche nelle situazioni meno facili dal punto di vista ambientale. Un ragazzino vs un uomo, nonostante l’età sia la stessa. E la risposta del #2 gialloviola, se mai arriverà, sarà in campo e non su Facebook, Instagram o Twitter. In una partita di basket seria e no, non di Summer League, l’equivalente del trofeo Birra Moretti calcistico.

Questa è la lezione, De’Aaron, il peggiore dei facepalm che potresti mai ricevere è l’indifferenza.

E a dire il vero, nemmeno i compagni di Lonzo hanno apprezzato l’esternazione via social, se è vero che i Lakers delle terze e quarte linee hanno finito per prevalere sui Kings al completo, contro ogni pronostico. Avanti anche di 20 nel primo tempo, i lacustri hanno pagato l’inferiorità tecnica e la rotazione corta – ricordiamolo, oltre a Ball, assenti anche Ingram, Hart, Kuzma….praticamente tutti i titolari -, ma sono riusciti a resistere al ritorno di Sacramento e a portare a casa il primo successo stagionale, benchè non ufficiale, col punteggio di 95-92. Blue (21) e Caruso (18 e 9 assist, con 4 su 5 da 3)

Alex Caruso #4, Los Angeles Lakers vs Sacramento Kings (Photo by Garrett Ellwood/NBAE via Getty Images)

i mattatori, cui il nostro Fox ha risposto con 12 punti e 6 soli tiri dal campo in 20 minuti d’impiego. Hield (22 con 6/9 dall’arco) e Mason III (24) i migliori realizzatori dei Kings, per le immagini della partita e i tabellini, vi rimandiamo ai relativi link, perchè oggi avrebbe meno senso parlare di basket giocato. La vera partita si è disputata prima e statene certi, l’hype per il primo confronto di Regular season è già significativo oggi, al 10 di luglio. Non vediamo l’ora.

Jaywill_22 aka Marco Brignoli

Full Highlights

Espn Boxscore

 

 

 

Rispondi

One thought on “2017 Las Vegas Summer League: Los Angeles Lakers vs Sacramento Kings 95-92

Top