NBA 2017/18

Posted on

Dopo i fuochi d’artificio della Free Agency, si prospetta un stagione NBA 2017/18 da non perdere! Seguila su #b9h.

</>

</>

NBA.com
NBA.com

 

Le preview della crew di #bh9 per la stagione NBA 2017/18:

 

La Southeast Division non preannuncia grossi ribaltoni. Anche quest’anno Washington parte coi favori del pronostico, grazie alla maturazione completa di Wall e all’ascesa costante di Bradley Beal. Gli equilibri sono cambiati per quanto concerne le altre quattro squadre, con Atlanta che dopo aver svenduto i suoi All Star è pronta a tankare, probabilmente in compagnia dei Magic, mentre Charlotte e Miami vogliono dare filo da torcere ai maghi.

Southeast Division: Il regno dei maghi, tra aquile cadenti e nobili decadute by Boston George

 

Rivoluzione in casa Boston Celtics, che con gli innesti di Hayward ed Irving si candidano al ruolo di anti LBJ.

Atlantic Division: Lingua parlata Gaelico by Mammut

 

Il regno di LeBron James.

Central Division: La pattuglia di esperti Cavalieri deve difendersi dai Cervi. Motor City pronta a ruggire ancora, ricostruzione per Pacers e Bulls

 

La Northwest Division è una delle più interessanti nell’NBA grazie all’avvento di nuove stelle, migrate direttamente dall’Est, in cerca di fortuna nella Conference più competitiva della Lega. Infatti, oltre alla discussa Oklahoma, una delle più attese realtà è senza dubbio Minnesota che grazie a mirati colpi di mercato si propone come nuova anti – Warriors nell’arco delle tante pretendenti della Western Conference.

Northwest Division: le nuove stelle dell’Ovest nella Division più competitiva by Alessandro Falanga

 

Houston dopo l’ottima scorsa stagione prova l’assalto al trono della Division degli Spurs ed a quello della Conference – e della Lega – dei Warriors puntando tutto sulla coppia CP3 – Harden. San Antonio sembra in declino, mentre i Pelicans sono alla ricerca di nuovi equilibri. Mavs e Grizzlies tra eterne conferme – Dirk – e cicli che finiscono – gli addii di Allen e Zibo – alla ricerca di nuove identità.

Southwest Division: Old Guard vs Sharpshooting Team by odino

 

I Clippers, favoritissimi per la piazza d’onore divisionale, non faticheranno a mantenere le distanze, respingendo al mittente le – poche, a dire il vero – velleità dei cugini aristocratici, quei Lakers caduti in disgrazia da oltre un lustro e ben lungi dal tornare nel breve periodo nei circoli che contano. Sacramento e Phoenix, a differenza dei gialloviola, potranno partecipare alla lottery 2018 e dopo i primi due mesi di studio, si iscriveranno verosimilmente al campionato parallelo ormai tristemente noto come Tanking Championship. Un bug preoccupante cui la Lega non è ancora riuscita a porre un freno, nonostante le recenti – ma poco influenti – innovazioni relative a lottery e dintorni.

Pacific Division: The Garden of the Champions

Rispondi

4 thoughts on “NBA 2017/18

  1. Ancora sulla notte NBA: ma esattamente cosa ha fatto Gasol vs Thompson? Pochi esterni sarebbero in grado di farlo, figurarsi un centro… Ancora, speriamo che Milos – Flopper o meno – torni quanto prima…

  2. Considerazioni sulla notte NBA…

    Seconda sconfitta in tre gare per GSW: Steph (37 in 30 minuti) e KD (29+13) non bastano contro Marc (34+14); ok che i Grizzlies sono stati sempre ostici, però.. Troppo nervosismo in casa Warriors, nel finale espulso entrambe le star.
    Kerr dovrà iniziare ad allenare prima del previsto?

    W senza patemi per gli Spurs di LMA (privi di Leonard) e i Rockets del Barba (CP3 out) che superano Bulls e Mavs; i Clippers travolgono i Suns, giusto per essere chiari sul livello diverso delle prime due avversarie dei gialloviola.

    L (programmata?) anche per i Cavs – 31 il +/- di LBJ! – che lasciano la W ai Magic.
    Mode MVP On per Giannis: 17 nell’ultimo periodo, 44 in totale compreso il canestro e la stoppata decisiva. Simpatico per carità, ma la vestizione che gli hanno dato è forse eccessiva?
    Continuano a perdere i 76ers, privi di Embiid, travolti dai Raptors (30 per DeRozan, 21 per Ibaka). Non basta Simmons (18+10+8).

    Ah il su Rose è stato promosso a F1…

  3. Poco da dire sull’opening night…

    Ad Est partita – e stagione? – finita dopo cinque minuti… Gordon torna presto 😢
    PS se Tatum è sempre questo, Ball dovrà davvero fare faville..

    Ad Ovest presto per fare qualsiasi valutazione, il talento offensivo non manca a nessuna delle due.
    Swaggie subito a suo agio… Per quanto? 😁

  4. Finalmente si inizia a fare sul serio, la stagione si prospetta interessante anche se…

    “You’re going to have one or two teams that are going to be great, and another 28 teams that are going to be garbage.”

    …parole sante di His Airness.

Top