Los Angeles Lakers Week Recap #04 (5W – 8L)

Posted on

Los Angeles Lakers Week Recap #04: dalla bella vittoria contro Memphis al tris di sconfitte on the road, fino al record di Lonzo Ball. Week Recap by back9hours.com

</>

 

Dopo che la terza settimana ha portato il record dei Los Angeles Lakers alle soglie del 50% di vittorie, i gialloviola si accingono ad affrontare il primo road tour della stagione, banco di prova sulla reale consistenza della pattuglia di Walton.

 

Los Angeles Lakers Week Recap #04: Memphis Grizzliers @ Los Angeles Lakers 102-107

Allo Staples Center i Los Angeles Lakers ospitano i Memphis Grizzlies, incerottati ma comunque temibili ed autori di un avvio di stagione che ha sorpreso i più.

Brandon Ingram, Los Angeles Lakers vs Memphis Grizzlies
Brandon Ingram, Los Angeles Lakers vs Memphis Grizzlies (Lakers.com)

Dopo un primo tempo equilibrato, caratterizzato dagli assalti al ferro di Brandon Ingram, nel terzo quarto i gialloviola scappano fino al +22 grazie a cinque triple. Marc Gasol e Mike Conley non ci stanno e punto dopo punto riportano in partita Grind City, consegnando un emozionante finale di partita: gli ultimi minuti sembrano quelli di una sfida di Aprile piuttosto che Ottobre, tanti interventi duri, istant replay e giocate decisive.

Ancora una volta è Kentavious Caldwell-Pope – che già aveva segnato due triple per l’allungo nel 3Q – a realizzare il canestro che chiude la gara, consegnando ai giovani lacustri la W che vale il .500.

KCP chiude con 15 punti, 20+7 per Ingram, ancora bene Brook Lopez (21 con 4 triple) e Kyle Kuzma (altra doppia doppia, 13+12). Dalla panca solito contributo per Jordan Clarkson (15+4+5 con 4 perse) e Julius Randle (12+8). Coach Luke Walton schiera gli starter per oltre 30 minuti, 35 quelli disputati da Lonzo Ball autore di buone letture (9 punti, 5 rimbalzi e 9 assist) pur soffrendo ancora dall’arco (1/8).

Per gli ospiti – privi anche di Chandler Parsons – 23 per Conley, 15+10+7 per Gasol e 26 dalla panca per Tyreke Evans.

Box Score ESPN | Team HL by CaCHooKaMan TV

Questo slideshow richiede JavaScript.

Brandon Ingram – 🏆 MVP – è decisivo per l’allungo nel secondo quarto dove ha attaccato il ferro con continuità, segnando sei volte nel pitturato, non temendo la presenza di Gasol nel pitturato. Tanto ancora da lavorare per Tiny Dog…

I think I’ve been doing an OK job of it right now, but I think I can be even better using my length, drawing fouls going toward the basket, (I’m) still working.

…che è il primo ad esserne consapevole. Mentre per Walton…

Every night we’re finding ways to compete and bring the energy level and defend. Ten games in, I wouldn’t have thought honestly that we were ready to start doing that.

…l’avvio di stagione è al disopra delle attese, soprattutto dal punto di vista difensivo. Durerà?

 

L’ennesima buona prova di quest’avvio di stagione di Kyle Kuzma non è passata inosservata ed il #0 gialloviola il giorno dopo è stato ospite di Shams Charania a The Vertical, dove il GM Rob Pelinka

We all felt Kyle gave us the architect of what we want in a player: the toughness, the grit, the versatility being able to play and defend multiple spots, and playing the positionless basketball we do under Coach Walton.

Kyle was the perfect selection for us there.

…ha confermato che la scelta di Kyle è stata frutto di un attento lavoro di scouting. Kuzma entra anche nella 10 Things I Like settimanale di Zach Lowe su ESPN

Brandon Ingram and Magic Johnson
Brandon Ingram and Magic Johnson (Lakers.com)

Nei giorni precedenti al primo road trip della stagione non poteva esimersi dall’intervenire LaVar Ball: durante uno scambio di battute con Complex ha affermato che il figlio Lonzo ha le chance per diventare una stella più grande di quanto lo siano stati Magic Johnson e Kobe Bryant. Come? Grazie ai social media […]. Mentre secondo quanto riportato da Eric Pincus di Bleacher Report i problemi al tiro del figlio sono causati dalle scelte di Walton, minutaggio in primis.

Con meno enfasi di Mr. BBB, secondo Ramona Shelburne di ESPN Luol Deng avrebbe manifestato il disappunto per il suo utilizzo e per la posizione nel roster per cui vorrebbe dimostrare – altrove – di non essere un giocatore finito. Secondo la Shelburne il front office lacustre starebbe esplorando possibili soluzioni sul futuro dell’ex Bulls ed Heat.

Los Angeles Lakers Week Recap #04: Los Angeles Lakers @ Boston Celtics 96-107

Il pregame lacustre della sfida per antonomasia della Lega è turbato dall’ennesima notizia che giunge dalla Ball Family: il secondogenito LiAngelo Ball è stato arrestato in Cina insieme a due compagni di UCLA per un presunto tentativo di furto in un supermercato, sic.

Lonzo Ball, Los Angeles Lakers vs Boston Celtics
Lonzo Ball, Los Angeles Lakers vs Boston Celtics (Lakers.com)

I Boston Celtics sono la squadra più in forma della NBA – alieni Warriors a parte – e lo dimostrano sin dalla palla a due: aggressività, attacco fluido e nonostante l’assenza di Al Horford volano subito sul +15. I Los Angeles Lakers provano a rientrare, hanno anche il possesso del -1 ma coach Brad Stevens non perde mai il controllo della gara (…giusto Jayson Tatum) mentre alcune scelte del collega Luke Walton, in termini di rotazioni, lineup e minutaggi hanno destato qualche dubbio: una su tutte, il preferire inizialmente il rientrante Andrew Bogut a Randle.

Julius Randle – 🏆 MVP – chiude con una doppia doppia (18+12) in appena 21 minuti ed è l’unico lacustre con +/- e Net Rtg positivo. Buona anche la prestazione di Brandon Ingram (18+7 con 7/11 dal campo e due recuperi) mentre sono meno incisivi rispetto alle ultime uscite Brook Lopez (male) e Kyle Kuzma; 18 dalla panca per Jordan Clarkson. Ancora difficoltà al tiro (4/15) per Lonzo Ball – sommerso dai boo del TD Garden – che chiude con 9 punti, 5 rimbalzi, 6 assist e 4 stoppate.

Per i verdi, decisiva l’energia di Aron Baynes (21+8 in 23 minuti) ed il talento di Kyrie Irving (19) e Marcus Morris (18).

Box Score ESPN | 1st Half Team HL and 2nd Half Team HL by CaCHooKaMan TV

Questo slideshow richiede JavaScript.

I Celtics guidano la Lega e paiono aver assorbito l’assenza di Gordon Hayward, tuttavia per i gialloviola non sono stati in grado di competere realmente per il match, nonostante l’ulteriore assenza di Horford prima e Tatum durante. Per il coach lacustre i suoi sono stati big-boyed difensivamente dai verdi…

They were bigger than us, they were stronger than us (in the first quarter). After that I thought we engaged nicely in the fight. We just didn’t do smart things.

…anche a causa della differenza fisica, tuttavia lascia molti dubbi la scelta di Walton di preferire il rientrante Bogut a Randle; Andrew ha disputato 5 disastrosi minuti (-12 di +/-) mentre Julius è stato il miglior Laker ed appare paradossale in non essere stato cavalcato contro il non irresistibile Baynes mentre in passato è stato schierato contro pariruolo di ben altra stazza e tecnica.

Di Julius Randle ha parlato anche Adrian Wojnarowski che prima della gara ha riportato le intenzioni del front office lacustre di scambiare la pick #7 del draft 2014, il cui futuro …is very unlikely.

Los Angeles Lakers Week Recap #04: Los Angeles Lakers @ Washington Wizards 95-111

Los Angeles Lakers si spostano nella Capitale per il back-to-back contro Wall e compagni. Brutta prova dei lacustri che non riescono a replicare la prestazione dello Staples Center e vengono sconfitti nettamente dai Washington Wizards.

Lonzo Ball, Los Angeles Lakers vs Washington Wizards
Lonzo Ball, Los Angeles Lakers vs Washington Wizards (Lakers.com)

Dopo un ottimo primo quarto (34 segnati) i gialloviola non segnano praticamente più (61 nei restanti periodi) a causa delle peggiori percentuali dell’anno: 36% dal campo, 13% dall’arco. Sette gli uomini, inutilmente, in doppia cifra: 15 per Brook Lopez e Jordan Clarkson, 13 per Kentavious Caldwell-Pope e Kyle Kuzma – 🏆 MVP in quanto meno peggio, che aggiunge 9 rimbalzi ma perde 5 palloni -, 11+9 per Julius Randle.

Netto passo indietro rispetto alle ultime uscite per Brandon Ingram (10+4 con 3/8 e -20 di +/-) che non riesce ad attaccare il ferro. Ancora difficoltà al tiro per Lonzo Ball (3/12, 1/7 dall’arco, 3/7 dalla lunetta) che flirta con la tripla doppia – 10+8+8 – grazie praticamente al solo primo quarto.

Per i Wizards 23+8+5 per John Wall, 22 per Bradley Beal, 20+11 per Otto Porter.

PS nel garbage time si rivede Ivica Zubac.

Box Score ESPN | 2nd Half Team HL by CaCHooKaMan TV

Questo slideshow richiede JavaScript.

Le percentuali di Ball continuano ad essere tra le peggiori della storia della Lega, tuttavia nelle altri fasi del gioco il rendimento è più che positivo. La transizione funziona, le sue letture – come lo spettacolare passaggio a KCP – sono quasi sempre ottime, peccato che altrettanto frequentemente i compagni non capitalizzino. Per Walton…

He’s already playing for the Lakers, so he’s got a lot more pressure on him than, I think, anyone has in a long time that’s come out from college. Like I said, I’m thrilled he’s on our team, and he’s gonna start making those shots. It’s just a matter of time.

He makes our team so much better when he’s on the floor, even when that shot’s not going in. The way he can push the ball, the way he can make plays on the defensive end, the way he comes in and rebounds from a guard position is incredible.

…i problemi al tiro passeranno e non bisogna dimenticare l’enorme pressione mediatica che subisce Lonzo da quando è arrivato a Los Angeles. Tuttavia il problema al tiro c’è ed è lo stesso Lonzo, secondo quanto riportato da Bill Oram dell’OC Register, a confermare che sta lavorando sul rilascio ed il bilanciamento dell’esecuzione.

 

Los Angeles Lakers Week Recap #04: Los Angeles Lakers @ Milwaukee Bucks 90-98

Pochi giorni prima della sfida, il coach dei Bucks Jason Kidd durante un’intervento a First Take sulla ESPN si è  espresso sulla comparision tra lui e Ball…

…He has to understand what it means to play hard and what it means to win and how to win at the highest level. It takes time. Hopefully, in three years, maybe there is a better comparison. But right now, it is a stretch, and he has a ways to go.

…evidenziando come siano prematuri certi discorsi, rimandando il tutto a tra qualche anno.

Lonzo Ball, Los Angeles Lakers vs Milwaukee Bucks
Lonzo Ball, Los Angeles Lakers vs Milwaukee Bucks (Lakers.com)

Il road trip dei Los Angeles Lakers continua nel segno della sconfitta, battuti dai Milwaukee Bucks dopo una prestazione non brillante ma sicuramente migliore della precedente a Washington.

La nottata resterà nella storia della NBA grazie a Lonzo Ball che, reduce da una serie di brutte serate al tiro, diventa il più giovane di sempre a registrare una tripla doppia: 19 punti con 7/12 dal campo e 3/5 dall’arco, 11 rimbalzi, 13 assist, 3 recuperi e 4 stoppate oltre al miglior +/- di squadra (+10) ed un ottimo Net Rating (8.1 contro il -11.1 di squadra).

Vittoria compromessa da un brutto avvio – solo 17 nel 1Q – e dalla brutta serata di Brandon Ingram (8+7, 2/10 e -20), Brook Lopez e Kentavious Caldwell-Pope. Male anche Jordan Clarkson dalla panca mentre Julius Randle ha prodotto (17) in attacco – spesso imbeccato da Zo – ma ha sofferto troppo in difesa. Ottima invece la prova di Kyle Kuzma, top scorer lacustre (21+11 in 42 minuti) bravo ad alternare le soluzioni offensive.

Rebus irrisolto Giannis Antetokounmpo, sul quale hanno ruotato quasi tutti i gialloviola, dominatore del match: 33 punti con 12/19 dal campo e 15 rimbalzi. Bene anche Malcom Brogdon (16) che sopperisce alla brutta serata al tiro di Khris Middleton ed Eric Bledsoe.

Box Score ESPN | 1st Half Team HL and 2nd Half Team HL by CaCHooKaMan TV

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lonzo Ball
Lonzo Ball (Lakers.com)

Lonzo – 🏆 MVP – a fine gara riceve gli elogi di Luke Walton e…

The triple-double is going to be the norm for him. He’s going to fill up stat sheets. We just need to give him time.

Jason Kidd e dimostra maturità dichiarando…

I really don’t care. We took a loss, so it really doesn’t mean nothing.

….che del record strappato a LeBron James gliene importa poco, avrebbe preferito vincere.

Vittoria sfumata per la consueta sagra della palla persa, le brutte percentuali al tiro (dall’arco e dalla lunetta) e l’incapacità di contenere il fenomeno greco. Nella serata di Zo, seconda brutta prova consecutiva per Ingram mentre le fiamme di Lopez sembrano già spente.

 

#b9h Road to MVP:

🏆🏆🏆🏆 Brandon Ingram

🏆🏆🏆 Kyle Kuzma

🏆🏆 Lonzo Ball

🏆 Larry Nance Jr., Jordan Clarkson, Brook Lopez, Julius Randle

 

👍 Lonzo Ball | 👎 Brandon Ingram & Brook Lopez

 

Giovanni Rossi aka odino

 

News, analisi e commenti sulla stagione 2017/18 dei Los Angeles Lakers nella sezione dedicata at #b9h

One thought on “Los Angeles Lakers Week Recap #04 (5W – 8L)

Comments are closed.

Top